Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Gaetano Ferrieri

Italia risorgimento

Orsù Popolo ci leviam
bandiere Tricolori prendiam,
sorci verdi iene e sciacalli
politici e sindacati gialli,
togliam al grido
l'Italia s'è desta,
furor tagliar la testa.

È pulir dall'incesto dell'Italica Terra,
ove l'orgia politica invase,
Monti nel letame aiutar
c'impose quel Napolitano,
nube grigia fece sorger
così lesa fù la Costituzione,
il portar a morte certa.

Real saccheggio sì
impiccagion de la massa,
render poter d'equitalia
usura non v'è vergogna,
estorcer tasse
censura d'infomazione,
piegar el popolo nella soppressione.

L'urla d'infante fù si forte
nel futuro non v'è sorte,
insediar coi valori de Patria
un presidio nella Piazza,
un anno lor
lassò durar
pei privilegi ai politici levar.

Pe la feccia sì
abuso occupar
quei palazzi del potere,
fuggir senza dignità
alla vista de la libertà,
pei sorci quella tenda sì fù
continuo ignorar.

Fetore s'avverte nella penisola,
trasuda quel letame
fosco il tricolor fa veder,
gridar democrazia,
alzar la testa son fieri Cittadini,
richiedono lor potere
il quarto stato è.

Udite Casta sentir grida
il Popolo Sovrano tornerà,
L'Italia risorge
o vita o morte,
nella forca vostra sorte,
per l'Italia sii forte
Nuovo Risorgimento sarà.
Composta venerdì 8 giugno 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Gaetano Ferrieri

    Grazie donna

    Nella Fanciulezza serena,
    vivi immancabile corpo,
    Amore Unico nel dolore strappato,
    Oggetto rubato, offerto, stuprato.

    Nessun fiore delicato dona,
    nessun profumo eguaglia l'essenza,
    il Tuo Essere Donna,
    nel Tempo presenza infinita.

    Non v'è poesia né canto,
    che possan innalzar ciò che Sei,
    per questo nel Mondo è Vita,
    Grazie Donna.
    Composta martedì 8 marzo 2011
    Vota la poesia: Commenta