Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Fulvia C. De Simone

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Fulvia C. De Simone
Ho danzato con le ombre che affollano le strade e
il cielo un ora prima del mattino
sono i guardiani delle stelle
signori della notte giunta all 'apice
e sotto l argento di una luna
che volava via mi sono persa in visioni
lontane... leggende che si ripetono
all'infinito sotto gli occhi di una storia che
non vuol finire...
ho guardato nel pozzo nero dell'anima...
i frammenti di una luna di cristallo...
gocciolava tintinnando il rosso
flusso di sangue sparso...
e negli occhi il vento
ha sferzato gelido
tremavo con le foglie di alberi... poi...
ero nelle foglie
nel vento
nella notte... sulle acque brillanti
e abissali... fluivo in una danza senza fine
al suono delle sfere celesti che mi pulsavano nel petto
squarciato da un doloroso impietoso
sentimento d'amore...
quello che rende liberi e uccide
uccide... quello che rendi liberi e ci assolve
in un solo attimo d infinità potenza
un attimo che non ha tempo
in una sospensione magica di eventi
ho scorto gli occhi gli dei...
ascoltando le pulsazioni dell'eternità che infinita
mi scorre e mi attraversa
tenendomi per mano...
Composta sabato 23 aprile 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Fulvia C. De Simone
    Ho danzato con le ombre che affollano le strade e
    il cielo un ora prima del mattino
    sono i guardiani delle stelle
    signori della notte giunta all 'apice
    e sotto l argento di una luna
    che volava via mi sono persa in visioni
    lontane... leggende che si ripetono
    all'infinito sotto gli occhi di una storia che
    non vuol finire...
    ho guardato nel pozzo nero dell'anima...
    i frammenti di una luna di cristallo...
    gocciolava tintinnando il rosso
    flusso di sangue sparso...
    e negli occhi il vento
    ha sferzato gelido
    tremavo con le foglie di alberi... poi...
    ero nelle foglie
    nel vento
    nella notte... sulle acque brillanti
    e abissali... fluivo in una danza senza fine
    al suono delle sfere celesti che mi pulsavano nel petto
    squarciato da un doloroso impietoso
    sentimento d'amore...
    quello che rende liberi e uccide
    uccide... quello che rendi liberi e ci assolve
    in un solo attimo d infinità potenza
    un attimo che non ha tempo
    in una sospensione magica di eventi
    ho scorto gli occhi gli dei...
    ascoltando le pulsazioni dell'eternità che infinita
    mi scorre e mi attraversa
    tenendomi per mano...
    Composta sabato 23 aprile 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Fulvia C. De Simone

      Alchimie

      Ancora un mutamento
      la crisalide si agita nel ventre...
      cerco immagini scattate dal cuore
      dell'anima...
      Nuclei vanno danzando
      in una galassia che si espande in una contrazione
      dolorosa...
      partorisce se stessa
      In un pozzo fondo e buio
      intravedo il chiarore delle prime stelle
      che furono create... brilla il ricordo... vibrante
      e serpeggiante come le ore di questi giorni pazzi
      dove attendo
      il vento della trasformazione
      quello potente imperioso
      che sgretola ogni certezze dell 'ottusa mente
      per far posto ad un imperiosa inevitabile
      morbidezza
      dove il Sacro bacia con forza e passionale delicatezza
      il Profano
      ... alchimie...
      sogni... esplosioni d'anima errante
      che sfugge al calore di un abbraccio per trattenerlo
      e dargli gloria
      per dargli bellezza imperitura
      ... eternità...
      Composta lunedì 30 maggio 2011
      Vota la poesia: Commenta