Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Franco Vitale

Operatore Socio Sanitario, nato lunedì 17 agosto 1964 a Torino (Italia)

Scritta da: Franco Vitale

Curve

Cerchi concentrici,
strati di nulla
su strati di tutto,
braccia su spalle
di corpi su corpi.
Cerchi concentrici,
pura materia arrogante
su spirito puro,
crosta di senno
su mollica di follia.
Cerchi concentrici,
prati innevati
su neri di seppia,
sottili fili di certezza
su grezza corda di dubbio.
Cerchi concentrici,
vulcani circoncisi
eruttano,
su monti di venere senza cima,
verdi acini acerbi
su grappoli di folla incolore.
Cerchi concentrici,
lastre di pietre assolate
su fredde ringhiere d'inverno,
quiete solitudini
su amori assassini.
Cerchi concentrici,
cerchi su cerchi,
vite su vite,
io su di te.
Composta giovedì 22 aprile 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Franco Vitale

    Risveglio

    Sospendo il respiro,
    rallento il mio cuore,
    occhi chiusi
    che guardano il mare.
    Medito il vuoto,
    riempio distanze,
    cancello gli inganni,
    dei forse,
    dei quando,
    dei dove mi perdo.
    Carezzo l'orgoglio,
    con unghie affilate,
    farfalle di bronzo,
    mi avvolgono il viso.
    Respiro ricordi,
    il fiato si affanna,
    tabacco bruciato,
    che vaga nel corpo.
    Allatto i fantasmi,
    li posso vedere,
    guardarli negli occhi,
    scoprirne il richiamo.
    Ritorna la vita,
    mi stringe sui fianchi,
    pensieri potenti...
    che strano risveglio.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Franco Vitale

      Appartenenza

      Avvolgo i miei pensieri,
      nell'essere minoranza,
      fiero come una goccia,
      tra nuvole di cervelli.

      Solitudine e appartenenza,
      briciole di coscienza,
      diverto la mia ragione,
      assorbo colori sfumati.

      Quadrati di braccia nude,
      circondano cerchi di opinioni,
      pensieri ridotti a idee,
      calpestano strade morbide.

      Sorvolo l'apparten... enza,
      ignoro misure e distanze,
      demente, in un mondo ignobile,
      trafiggo l'indifferenza.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Franco Vitale

        Noi

        Io appartengo al mio Noi,
        Noi cerchiamo di capire,
        abbiamo bisogno di tempo,
        il tempo non ha bisogno di Noi.
        Noi cerchiamo di fare,
        comporre tasselli casuali,
        graffiare esistenze sbiadite,
        urlando in un posto inventato.
        Noi cerchiamo una guida,
        viviamo confuse attrazioni,
        nascosti in cespugli di vento,
        divine o terrene assenze.
        Noi cerchiamo la forza,
        il debole pazzo sul trono,
        lo scettro si sporca di eventi,
        il regno galleggia sul niente.
        Noi cerchiamo la cura,
        carezze di petali inermi,
        anime amanti ardenti,
        corpi ideali eterni...
        Vota la poesia: Commenta