Poesie di Franco Mastroianni

Artigiano, nato martedì 2 dicembre 1958 a Valenza Po (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Franco Mastroianni

Le Rime

Continuo a percepir segnali strani
come in un traspotro
il cuore me li porge nelle mani
e in men che non si dica
son già sopra ad un foglio a colorar parole
con la penna tra le dita.

Vi giuro questa cosa è molto bella
è come trovar strada
illuminato da una stella.

Per niente aver paura di non trovar le rime
son sempre tutte pronte le ultime le prime
il freddo il caldo il sole un temporale
è sensazione viva far giochi di parole.

Può capitare a volte d'inciampare in qualche frase
senza parlar d'amore
ma subito di colpo con grande mio stupore
invece della penna mi trovo tra le dita un fiore.

Ecco... ricomincia a scrivere il mio cuore.
Franco Mastroianni
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Franco Mastroianni

    I pensieri non usati

    Dove vanno a finire tutti i pensieri non usati?

    Pensieri che forse per paura
    per non sembrar diversi
    o essere sinceri abbiamo soffocati?

    Restano insieme a noi per poco tempo
    credo malvolentieri
    e se li ricerchiamo
    è già ieri

    Tornano indietro a volte come le sbagliate lettere
    tornano solo per farci riflettere

    Forse qualquno con pazienza attende il nascere
    di una nuova giornata
    ma stanchi d'aspettare trovano da soli
    la via d'uscita

    Si perdono nel cielo piano piano
    come la corda del palloncino
    che da bambini
    ci è sfuggita dalla mano.
    Franco Mastroianni
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Franco Mastroianni

      Mille burrasche

      Ho perso il filo del discorso
      non trovo più parole nelle tasche
      le frasi pronte navigano ormai
      in mille burrasche

      Le fantasie mi sfuggono con fare zingaresco
      vorrei uscir di casa
      ma resto chiuso quì non esco

      Il vento amico bussa alla mia porta
      vuole entrare
      cerco il silenzio fingo di non sentire
      ma indomito imponente continua nel chiamare
      sento aumentare la sua forza nel soffiare

      Guardo dalla finestra là fuori sono in tanti
      penso abbia chiamato in aiuto gli altri venti
      che senza aprir la porta entrano in me danzanti
      buttando giù dal letto le lettere dormienti

      Di colpo un'emozione riveste le parole
      e nel soffiar del vento
      svanisce ogni dolore

      Dolori che mi porta questo cuore
      sempre in balia
      tra un vecchio e un nuovo amore.
      Franco Mastroianni
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Franco Mastroianni

        Una storia mai nata

        Sarebbe stato bello ma non lo è stato
        cantare insieme a te a perdifiato

        Averti senza mai aver cercato
        perderti senza mai aver trovato

        Rincorrerti e raggiungerti di lato
        e insieme distenderci nell'erba
        fino a diventare prato

        Sentire il tuo pulsare nel vivere l'amore
        cospargersi di miele
        e con te spiegar le vele

        Solcare mille mari assaporar profumi
        cullati dalle onde lontani dalle sponde.

        Ma tutto questo amore il cuore mi confonde
        continuerò a giocar col vento
        lui si che mi risponde

        Mi piace questa storia... storia mai nata
        continuerò a scriverci parole
        parole senza data
        scrivendo tutto quello che il cuore mi fa dire
        e sono assai felice
        perché una storia mai nata non potrà mai finire.
        Franco Mastroianni
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Franco Mastroianni

          Il nero giardiniere

          In questo immenso giardino della vita
          noi siamo i fiori
          e credo sia per questo
          che siam di più colori.
          Non serve a niente dire
          guarda questo guarda quello
          ogni fiore è bello.
          Certo ognuno porta con sé le sue radici
          ma questo non ci può
          render nemici.
          Lo so ci sono fiori che vogliono sovrastare
          spingedosi più in alto
          in odore di potere
          dimenticando ahimè
          il nero giardiniere
          che arriva senza avviso nel suo dover tagliare.
          Ma gioia poi rinascere
          poter ancor sbocciare.
          Franco Mastroianni
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di