Poesie di Franco Mastroianni

Artigiano, nato martedì 2 dicembre 1958 a Valenza Po (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Franco Mastroianni

Scrivendo della scarpa

Molti sono i colori diverse le misure
le pelli morbide preferite a quelle dure

Probabilmente ci sono già di plastica
e con la gomma
andranno a far ginnastica

Tante slanciate verso l'alto
come fontana fa zampillo
con rischio di caduta da alto tacco a spillo

Chi le ama chi le ha dovute odiare per il troppo marciare
o chi purtroppo per disastri naturali
le ha dovute togliere e infilare gli stivali

Passano gli anni come cambio di stagione
ma ci saranno sempre
quelle che accarezzano un pallone

Chi è pazzo per le mode e ne ha scaffali pieni
chi invece non ci bada
e in bicicletta le usa come freni

Con luci intermittenti
lo strappo l'evidente cucitura
addirittura quella che respira

Quelle che fanno arrampicare in alto
o sulle ghiacciate creste
quelle dove ti ci puoi specchiare
ballando nelle piste

Le imbottiture che ti scaldano il collo
come d'inverno fa la sciarpa
tante sono le frasi che si possono allacciare
scrivendo della scarpa

La cosa certa... e non è una svista

Governo a parte

Non potrai mai confondere la destra dalla sinistra.
Franco Mastroianni
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Franco Mastroianni

    Parole incatenate

    Disarmanti muraglie di parole incatenate l'una all'altra che inneggiano al razzismo
    ostacolano il mio modo di pensare con disinvoltura

    Un brivido percorre la mia schiena... ho paura
    vorrei avere in mano dinamite per lacerare queste mura

    Ma esploso questo muro
    non cambierebbe niente
    altri sono già pronti per ospitare frasi irriverenti

    Vorrei inventare una granata carica d'amore
    amore solamente

    E far crollare i muri
    nei cuori e nella mente
    di certa gente.
    Franco Mastroianni
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Franco Mastroianni

      In disparte

      E resto qui in disparte senza pensare a niente
      ma ho ancora nelle orecchie i tuoi discorsi
      che come un oratore
      divulgavi tra la gente

      Le tue impennate i voli senza storia
      gridati solo
      per ricercare gloria

      I tuopi sogni architettati tramutati in favola
      facendo risaltar le cuciture in oro
      come tovaglia nuova sulla tavola

      Le affannate tue rincorse verso nuovi desideri
      i ritorni a testa bassa a rifugiarti nel mio ieri

      I favori ed i piaceri chiesti
      con un bacio dato in fretta
      che io assolvevo come un bimbo
      nell'ingenuità perfetta

      E resto qui in disparte non sto pensando a niente
      non ho nessun dolore

      Fortuna che dormiva... il cuore.
      Franco Mastroianni
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Franco Mastroianni

        Micologiche escursioni

        Parlo nel bosco con la natura
        durante micologiche escursioni

        Omaggio frasi riverenti a scenari
        che mi riempiono di vibrazioni

        Immerso in mezzo a felci arbusti
        e a piante d'alto fusto dove però
        il sole riesce a trovar posto
        nascono i boleti dal particolare gusto

        Tante sono le volte
        che non vorrei più uscir dal bosco.
        Franco Mastroianni
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di