Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Franco Mastroianni

Artigiano, nato martedì 2 dicembre 1958 a Valenza Po (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Franco Mastroianni

Ciak... si gira

Siamo registi nati senza offesa
noi tutti siamo un umana
macchina da presa

Filmiamo proprio tutto dopo pochi giorni
il tempo di conoscere i dintorni

Impressioniamo tutto su memoria
nel nastro della vita
della nostra storia

Scenari ne abbiamo a volontà
scelta sicura
scenografa imbattibile
madre natura

Ma tutti presi dai tranelli della fretta
molte sono le immagini che ci sfuggono
a cui non diamo retta

Succede per fortuna a volte che presi da malinconia
ci soffermiamo proprio a ricercare quei momenti persi
nei silenzi dei rumori sordi

Seduti come al cinema
con i gomiti poggiati bene ai bordi

Immaginiamo un ciak si gira... e partono i ricordi.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Franco Mastroianni

    Quel paese

    Ed ho aspettato invano davanti alla tua porta
    per arrivare in tempo nel correre
    ho preso anche una storta

    Fa niente passerà anche questo male
    intanto il cielo si sta annuvolando
    ci mancava il temporale

    Sono senza ombrello e qui non c'è riparo
    ma tu non sei puntuale
    e il gusto dell'attesa diventa molto amaro

    Pazienza... aspetterò

    Per ora mi assottiglio lungo il muro
    sotto il cornicione
    e subito Sciak! Una cacca di piccione

    Guardo con impazienza l'orologio del telefonino
    e lui mi scivola di mano
    come goccia d'acqua finisce in un tombino

    Mi abbasso per cercare di riprenderlo
    prima che vada a fondo
    ma una macchina passando centra in pieno
    la pozzanghera vicino
    di colpo mi ritrovo fradicio pieno d'acqua e di
    sgomento
    sembro uno straccio da pavimento

    Pensare che m'avevi detto non tardare
    e adesso cosa faccio?
    Sto ancora ad aspettare?

    È già passata un'ora il tempo non migliora
    ed io comincio a stare male
    vorrei mandarti a c... ma non mi piaciono le offese
    e ti mando dolcemente a quel paese.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Franco Mastroianni

      Il cassetto

      Ho un piccolo cassetto vicino al cuore
      che ogni tanto si apre
      e fa uscire le parole

      Lo abbiamo tutti quanti
      i ricchi i poveri e pure i santi

      Non lo hanno i signori della guerra
      la chiave gli è caduta in terra

      Non mi ricordo più chi me lo ha detto
      guarda bene dentro te
      e troverai il cassetto

      A dir la verità è stato lui a trovare me

      Ricordo di una sera
      volevo scriver di un amore
      ma stavo diventando pazzo nel cercare le parole
      sentivo duro il cuore

      Di colpo si aprì il cassetto
      e cominciarono ad uscir parole a getto.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Franco Mastroianni

        Vecchie parole

        Estraggo dalle tasche vecchie parole
        riposte tempo fa
        stralci di amori ed emozioni
        di un tempo andato
        ma che ritorna sempre qua

        Tergicristalli umani lavano vecchie parole
        sopra vetrate scivolose
        getti d'inchiostro elettrici spazzano via le cose

        Trovar vecchie parole è diventata consuetudine
        e ancor più facile è per me
        trovar parole che spazzan via solitudine.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Franco Mastroianni

          Le notti

          Le notti che mi aiutano a pensare
          le notti fatte di quei sogni
          che mi vengono a imbrogliare

          Le notti nere scure
          che mi riportano paure

          Le notti con le luci accese sopra i comodini
          le notti senza sonno quando piangono i bambini

          Le notti così belle quando il cielo è fatto a stelle

          Le notti zuccherate che ti sanno intrappolare
          Le notti di chi si sveglia per andare a lavorare

          Le notti dei signori dentro al letto
          lenzuola profumate con merletto

          Le notti dell'indifferenza lasciata fuori dal portone
          le notti di chi si corica dentro un cartone

          Le notti insieme a te
          le notti che parlano d'amore

          Le notti che ti san gelare il cuore
          le notti quando ti ritrovi solo se un'emozione muore

          Le notti dei panettieri che tengono vivo il forno
          le notti che sbadigliano
          mentre nasce il giorno.
          Vota la poesia: Commenta