Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Franco Mastroianni

Artigiano, nato martedì 2 dicembre 1958 a Valenza Po (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Franco Mastroianni

Righe di scogli

Arcobaleni sagomati nella sabbia
lambiscono i sentieri
esportazione sottobanco
di futili pensieri
seguendo stelle d'ormai sfocata luce
sentendo voci roche
bagnate da liquor di noce
asciutto è il suono di grasse andate feste
nature morte... ferme
come le tende alle finestre
darsene chiuse da naufragate situazioni
righe di scogli immobili infrangano emozioni
alte maree sommergono
doveri e frustrazioni.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Franco Mastroianni

    Senza un approdo

    Trasporta amore il fiume che attraversa la mia anima
    ma la paura delle sue correnti... delle sue rapide... le anse
    i continui mutamenti
    stravolgono lo scorrere dei sentimenti

    Toccare sponde dolci senza un approdo per il cuore
    e ritornare al centro portando dietro me
    scie di dolore

    Ho già calato ancore nei miei fondali
    per rimanere fermo
    cercando appigli... senza assorbire i mali

    Ma il vento strappa i miei legami
    e scivolano via le tue... dalle mie mani

    Porta con se i colori dell'amore
    il lungo fiume che mi divide l'anima
    ma non ho più paura delle sue correnti
    il cuore è calmo
    e segue lo scorrere dei sentimenti.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Franco Mastroianni

      Foglioline di the rosso

      Cammino a testa bassa
      gente
      mi calpesta... mi trapassa

      Mi perdo... mi sciolgo dentro una vibrazione
      come foglioline di the rosso
      in fusione

      Ciottoli di malinconia riflettono il mio ieri
      nodi nell'anima
      soffocano i desideri

      Entro nel verde di una croce che esalta il suo colore

      Occhi gentili parlano con me
      con garbo
      si legge che l'ipocrisia non c'è

      Ridono i pensieri... in cerca di rime
      come spiegare
      d'involucri... con le manine?

      Lascio dietro di me la gentilezza
      esco
      e subito pensarti è una carezza

      L'aria pesante rallenta il movimento
      aspetto...
      gente mi calpesta
      mi trapassa... non la sento
      aspetto... te
      magico momento.
      Vota la poesia: Commenta