Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Franco Mastroianni

Artigiano, nato martedì 2 dicembre 1958 a Valenza Po (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Franco Mastroianni

Io ci sarò

Io ci sarò
in questa e in ogni notte
che mi vorrai accanto
distruggerò distanze
in un... momento

giocherò tra i tuoi capelli
trasformandomi
nel vento

e... ti accarezzerò
per non farti sentire sola
le mie mani
sentirai come candide lenzuola

e poi per star più a te
vicino
ti lascerò il mio volto
come morbido cuscino

sarò il dolce pensiero
che il malumore scaccia
quello che tu indossi
sono le mie braccia

io ci sarò
in questa e in ogni notte
che mi vorrai accanto
e
nel nostro cielo
scriverò... quanto mi piaci
le stelle che vedrai
sono i miei baci.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Franco Mastroianni

    I magici tamburi

    Ancora lei
    che nella sua dolcezza
    precipitosamente
    scende
    a musicare il nostro amore

    quasi... ci fosse un patto
    tra di noi
    e tuto intorno è musica

    i tetti delle case
    le strade
    i prati i fiori
    le macchine
    le vecchie ciminiere
    le... ringhiere

    gli scuri

    e tutto si trasforma
    in magici tamburi

    dove ogni goccia
    la sua nota sfoggia

    che bello amarti
    quando fuori
    è pioggia.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Franco Mastroianni

      La schiuma delle onde

      Tu sei natura
      e come tale
      sei affascinante

      sei il sole che gioca con le
      ombre tra le pietre
      del torrente

      sei vento che accarezza la mia fronte
      sei l'acqua che io bevo
      sei la fonte

      sei nuvola sei cielo
      l'orizzonte

      il rosso del tramonto
      che colora la mia sera
      la schiuma delle onde
      che accarezza la scogliera

      sei l'ombra delle piante
      quando cerco la frescura
      tu
      sei fiume immenso
      che rispecchia la natura.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Franco Mastroianni

        Un pezzo di parola

        Che sogno brutto
        ho fatto questa notte
        tanto... che sto quasi male

        ero nei corridoi... dell'ospedale
        ma non era come gli altri

        in quel posto ricoveravano
        pezzi di parole

        tra i letti numerati
        e
        tra parole soffocate
        dai lamenti
        leggevo le cartelle dei
        degenti

        tvb... tvtb... nn... ttt... qnd
        qst... xkè... cm... cn... tat
        risp... dv... sux... ke... tadb
        sms... qnd...

        con voce roca... mi chiama
        un pezzo di parola

        mi dice... lascia stare
        ormai non puoi fare più niente
        la fretta ci ha tagliato e non abbiamo spazio
        sulle bocche della gente

        vai... lasciaci sole.

        Mi son svegliato... e non ho più parole.
        Vota la poesia: Commenta