Poesie di Francesca Zangrandi

Studentessa, nato lunedì 11 marzo 1991 a Merano (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Francesca Zangrandi
"Non è una cosa che non ho mai avuto, mai provato.
Mi è stata tolta."

Come si può rimuovere la memoria?
Come si possono cancellare i ricordi.
Come, quando questi ricordi sono nel cuore!
Non posso rimuovere l'amore che il mio cuore ha per te e nemmeno dimenticare quello che tu hai avuto per me.
Non posso cancellare i momenti che ho vissuto con te.
Ma tu lo hai fatto.
Hai spento il cuore...
da un giorno all'altro hai cancellato tutto l'amore che avevi per me.
Perché la mia infanzia passata insieme a te, adorata nonna, deve essere un macigno che mi divora?
Perché i ricordi di quell'amore devono diventare questa enorme cicatrice?
Perché le mie sole domande devono essere "ma era vero? Era reale l'amore che sentivo da piccola? o era una bugia?"

"Non è una cosa che non ho mai provato, mi è stata tolta"
Come posso accettare questo?
Francesca Zangrandi
Composta lunedì 16 settembre 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Francesca Zangrandi
    Ho voglia di vivere, di essere felice.
    Ho bisogno di respirare, di ridere.
    Non voglio più questa mia ansia, questi miei attacchi.
    Voglio vincere le mie paure e voglio vedere chi sono io veramente.
    Pagherò il prezzo di non essere stata me stessa e forse in parte lo ho già pagato, sulla pelle... nella mia anima.
    Non posso essere io quella persona, anche volendolo non posso.
    Devo lasciarti andare e te devi lasciare andare me.
    Questo legame mi sta distruggendo e io pian piano sto distruggendo te.
    Non lo capirai ma ti giuro non volevo questo per noi.
    Meriti quello che io non riesco più a darti e io merito lo stesso.
    Non ho il coraggio.
    Come fai a guardare negli occhi chi ti ama e dirgli che è finita?
    Come posso diventare la lama, io che sono sempre stata la ferita?
    Come faccio?

    Ho voglia di vivere, di respirare...
    E per farlo devo ferirti.

    Se puoi perdonami.
    Francesca Zangrandi
    Composta giovedì 29 agosto 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Francesca Zangrandi
      Avevo scritto "sono tornata qua perché qua ho lasciato il mio cuore."
      Ma non era vero.
      Non era il cuore che era là ma le ferite la paura.
      Ho dovuto fare un viaggio dentro di me per capire.
      Sono dovuta tornare nel mio passato per vedere quello che c'è nel mio presente.
      Ti ho dovuto perdere per capire che non potevo perderti.
      Ho ripreso il mio cuore,
      è fragile
      è delicato
      come se fosse appena nato.
      Ho ripreso il mio cuore e ora, dopo anni, è finalmente tuo.
      Francesca Zangrandi
      Composta martedì 28 maggio 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Francesca Zangrandi
        Ho avuto un supereroe da bambina e crescendo ho avuto un uomo come padre.
        Ho avuto un uomo come padre
        Crescendo ho capito che la parola uomo è una parola molto molto grande.
        Ho capito che nella mia vita ho conosciuto molti ragazzi e pochi uomini.
        Ma cosa significa essere uomo?
        Io non so che cosa sia un vero uomo.
        Ho fatto pace con questa mia mancanza.
        Ho elaborato il tutto.
        Ora so che la mia vita non dipende da te.
        Io ti adoro tantissimo ma ora so che io non dipendo da te.
        Francesca Zangrandi
        Composta sabato 1 dicembre 2012
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Francesca Zangrandi
          Ti ho fatto un bellissimo regalo.
          Ti ho regalato il tuo cuore.
          Ti ho regalato la possibilità di amarmi con il tuo cuore e non più con il mio.
          Quello che non avevo mai capito e che dandoti le risposte ti impedivo di cercarle da solo.
          Non capivo che dicendoti come amare non avrei mai potuto capire come tu sai amare.
          Lo ho fatto per non soffrire più, ma non ha funzionato.
          Una persona non può amare con il cuore di un'altra perché non ne sente i battiti ma solo le parole.
          Devi imparare ad amare con il tuo cuore e lo potrai fare solo quando io smetterò di insegnarti il mio modo di amare.
          Ora hai la possibilità di sbagliare senza che io ti dica l'errore.
          Hai la possibilità di sentire dentro te il perché il tuo cuore duole.
          Hai la possibilità di migliorare o di peggiorare.
          Papà,
          Ti ho fatto un bellissimo regalo.
          Ti ho regalato il tuo cuore...
          Francesca Zangrandi
          Composta mercoledì 7 novembre 2012
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di