Scritta da: Flavio Rapetti

A Lorenzo

Amore mio
luce della mia anima
non ti ho portato in grembo
eppur mi sono fatto mamma
per te
che sei come sei
ma sei parte di me

i tuoi occhi seri sprizzano gioia e serenità
e non merito mio
ma fulgida espressione
di chissà quale magica emozione
che crea e distrugge
anime e cuori

Un giorno
che io più non sarò e tu bisogno avrai
un attimo basterà
chiudi gli occhi...
io sarò là

Piegherò i confini del tempo
i confini dello spazio si inchineranno al mio amore
ed esso ti raggiungerà
ovunque tu sarai
ancora... e per sempre.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Flavio Rapetti

    A Henry Cartier Bresson

    Vorrei esser il tuo dito
    Tu che sempre sei il mio mito

    Per capir quando trovare
    l'istante eterno che ti appare

    Tutto insieme come scaglie
    Di storia e popoli
    Scaglie

    Scaglie
    Di sasso e di sangue
    Foglia, edera, diamante

    Dove trovi quell'istante
    Tu che vai timidamente

    Il tuo essere che sente
    l'istantaneo e l'imminente.
    Flavio Rapetti
    Composta martedì 8 settembre 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di