Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Fiorella Cappelli

Natale di Speranza

Ecco giungere il Natale
il paesaggio è già invernale
una slitta si avvicina...
una fiaccola cammina

Agrifoglio e bucaneve
ogni fiocco scende, lieve
un rintocco di campane
fumo chiaro e odor di pane,

di cannella e di vaniglia
che unisce la famiglia
ma è il sorriso di un bambino...
che ci illumina divino

è speranza sulla terra
ad ogni sofferenza e guerra
è un congiungersi di mani...
il vero Augurio del domani.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Fiorella Cappelli

    Il Viale Dei Martiri

    Percorsa che hai la storia
    nelle targhe del passato...
    in un viale la memoria
    di un incubo attraversato

    Dei trentuno partigiani
    con al collo, un cappio lampo
    imbrigliati per le mani
    oramai più senza scampo...

    Così i morti di Bassano
    congelati nella nebbia
    fanno vivere all'umano...
    impotente, la sua rabbia

    Quel silenzio doveroso
    di un inverno senza foglie
    un lamento doloroso...
    a coprire quelle spoglie

    In fondo al viale è un ulivo
    un pensiero vola audace...
    nella mente, e sempre vivo
    solo amore... per la pace.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Fiorella Cappelli

      Er ciclone

      Noi, la ciurma der Ciclone
      oggi stamo sur Barcone
      i romani e le renelle
      quanti bagni sotto 'e stelle!

      Tutti 'gnudi tra le sponne
      e divisi tra le fronne
      ce sò ommini à la destra
      ce sò donne à la sinistra

      cò le leggi der Capocchia
      le mutanne à le ginocchia
      cò 'sto fiume, qui è la mecca
      ma se er tevere va 'n secca...

      vola quarche parolaccia
      se ariva à la Barcaccia
      ma 'sto fiume tanto amato
      l'emozzioni c'ha donato

      gallinelle, se le vedi
      stanno 'n mezzo a li canneti
      vele a Fiumara Grande
      carma piatta, senza onde

      e se 'stà su 'sto barcone
      cò Ubbardo cicerone
      come amici de 'n rione

      i regazzi fan faville
      cò la storia de l'anguille
      e le nutrie tra le rane
      a scambialle a pantegane

      tra germani e cormorani
      e l'insediamenti umani
      ce sò voli de gabbiani

      c'è monnezza lungo 'e sponne
      'sta città nun se confonne
      l'ottobbrata è romana
      e la torre Boccacciana

      poi 'na bbona matriciana
      vai, co'n bon bicchier de vino
      poi sur Tevere... 'n cammino

      e cò 'sta ggiornata amica
      cò la ggita ché riuscita
      arivamo... a Ostia 'ntica!
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Fiorella Cappelli

        Disilludere l'Amore

        Ci riesci, a rubare parole
        soffiarle come sfere di cristallo
        ad illuminarle sotto il sole
        adagiate su rami di corallo

        poi, non ti metti in gioco, nella vita
        così ogni cosa che tu dai scontata
        nel cuore mio appare già assopita
        tra noi la vedo già... dimenticata

        la giovinezza corre troppo in fretta
        a circondarsi del troppo da fare
        la vita che poi passa, e non t'aspetta
        per te, che non la vuoi concretizzare

        e lasci nella scia disillusioni
        con l'amore che sogna sentimento
        ingannator di tante delusioni
        ritorni indietro, quando non c'è tempo

        io mi ritrovo, sola, ad aspettare
        un volo di farfalle, sopra un campo
        che passi la paura mia d'amare
        perché io voglio vivere il mio tempo!
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Fiorella Cappelli

          Un Grazie

          Un grazie a chi...

          onestamente non si tira indietro
          quando c'è bisogno di una mano
          quando non osserva alcun divieto
          per una soluzione a te lontano

          di una "panne" nello stesso luogo
          è sempre il caso, e non è normale
          nel tempestivo essere d'aiuto
          solo per "aver lasciato" il cellulare

          avere rifiutato un contributo
          e in quella giornata così strana
          tornare a casa, ricco di un saluto
          ché altruismo ha, la razza umana.
          Vota la poesia: Commenta