Poesie di Fernanda Irlante

Imprenditrice, nato mercoledì 30 novembre 1949 a Napoli (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Fernanda Irlante

Nuvole

Guardo le nuvole in cielo...
la mia fantasia si scatena...
son belle, son tante pecorelle...

Nuvole leggere come un velo,
chioma di fata...
disciolte nell'azzurro,

in quell'azzurro puro
che sovrasta il fango
delle umane genti...

Nuvole pesanti, dense, scure
bocche di mostri; siete pari
ad uccellacci neri...

siete i più bui pensieri
dell'uomo in pena...

Nuvolette morbide, sospese
tra mare e cielo,
dal bordo luminoso e ricamato,

nel cielo voi brillate e...
siete per il mondo intero
rinascita del cuore...
Fernanda Irlante
Composta lunedì 4 gennaio 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Fernanda Irlante

    Amore

    Amore sta sui petali dei fiori,
    soffuso di colori a primavera,
    ma è cosa si leggera...

    Sta sulle ali di farfalle pellegrine
    che vagano, beandosi del sole,
    ma l'ali son fragili e sottili...

    Amore è là
    nell'alba di un mattino
    che nasce dal mistero...

    Nell'alba pura,
    intorno un bianco velo,
    ma il velo è trasparente
    e così fino...

    Nel raggio del sole che dà calore,
    ma tramonta il sole...

    Amore sta in una mano leggera
    che sfiora la tua,
    ma se la sottrai scappa via...

    è in un incrocio di occhi
    che parlano senza parole,
    ma se distogli lo sguardo
    è un addio...

    è nella viva fiamma del camino,
    ma se non l'alimenti,
    la fiamma si spegne...
    cenere diventa...
    Fernanda Irlante
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Fernanda Irlante

      Pulcinella (portafortuna)

      Fa si che passandogli vicino...
      tu possa fargli ogni giorno un inchino...
      Egli diventerà il tuo talismano
      e ti offrirà ogni giorno una mano...
      Ti aiuterà in ogni avversità
      donandoti la propria positività...
      Ti porterà fortuna e serenità
      e la vita affronterai
      con maggior tranquillità...
      Il tuo servitor fedele egli sarà
      e come Aladino ti aiuterà
      ogni tuo desiderio esaudirà...
      Credi in colei che telo da
      e la vita affronta con ilarità...
      Ridi e godi egli ti dirà
      ed evita colui che arrabbiar ti fa...
      Non ti curar del mondo infame
      e cerca solo ciò che tu più brami...
      Se con grande desio tu lo vorrai
      allora si che l'otterrai...
      Ora mi son stancata di trovar la rima e,.
      Ti saluto con grazia e con stima...
      Come il poeta che diceva al mondo
      non ti curar di loro ma...
      io ti dico solo di abbandonar gli stolti e
      dritto andar per la tua via
      poiché senza ipocrisia
      raccoglierai ciò che seminerai...
      mentre colui che niente da
      tanto riceverà!...
      Fernanda Irlante
      Composta lunedì 15 settembre 2008
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Fernanda Irlante

        Nostalgia

        Vado vagando per l'erto sentiero,
        rimirando solinga il mirto in fiore...
        le bacche profumate inebriano l'aria
        mentre dall'alto mi riscalda il sole...
        Nei miei pensieri assorta
        guardo lontano il blu del mare e...
        un po' di nostalgia mi prende il cuore...
        Un pianoforte suona lontanamente e...
        la musica si sente per l'aria respirare...
        il motivo dolce si confonde col frusciar delle fronde e...
        l'ondeggiar del mare...
        Si avvicina quel suono sempre più
        scacciando via la mia malinconia...
        Ora... i raggi del sole brillano in mezzo al mare...
        Tra me e l'orizzonte... non c'è spazio che passi...
        Mi basta lo sguardo... mi basta il pensiero...
        per stare un po' sola lassù nel cielo...
        Ora una lacrima amara che cerca l'affetto della vecchia madre...
        Mille emozioni, mille pensieri...
        nella mia mente mille ricordidi gioie e dolori...
        Mille ricordi vicini e lontani, mille ricordi mi portan per mano...
        Ritorna la musica dolce e soave a dar sollievo all'anima mia...
        Se fossi musicista rivestirei di note i moti del mio cuore...
        Ma musicista non sono... bensì un'illusa che
        scrive soltanto parole,... parole,... parole...
        Libera allora, la poesia cerca di
        ridar pace all'estasiata anima mia!
        Fernanda Irlante
        Composta giovedì 14 agosto 2008
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Fernanda Irlante

          A margherita

          Vorrei toccare il cielo con un dito;
          vorrei giunger lassù nell'infinito;
          vorrei raccoglier stelle ad una ad una
          e con i raggi argetei farne un manto.

          Sottto quel manto ti nasconderei
          per proteggerti dalle insidie del mondo,
          ma non si può: devi affrontar la vita.

          Ma tu lascia che il mondo vada come vada;
          lascia che la gente vada per la sua strada;
          lascia pure che accumuli fortuna;
          lascia che la barca in mare spieghi le sue vele;
          lascia dall'albero cader frutti maturi.

          Ma tu, non ti curar di tutto ciò e,
          cerca solo il bene...
          lascia che trovi amore solo chi ha un cuore;
          fa in modo di veder solo bontà;

          impara a sperare, impara ad amare
          anche chi ti fa del male;
          impara l'unità.

          Tu sarai per me il nascere di un'immensa tenerezza
          di un amore ancora mai provato;
          tu sarai per me nuova gioia, rinascita e vita.

          Tu sarai per me in questo deserto arido d'affetto,
          una nuova strada, una nuova speranza d'amore;
          sarai la sorgente viva che nasce nel cuore

          la tua presenza sarà il fuoco d'amore
          che avvolge il mio cuore...
          piccola bimba mia!...

          La tua nonna
          Fernanda.
          Fernanda Irlante
          Composta domenica 12 ottobre 2008
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di