Scritta da: Federico
Quando le stelle
illumineranno la notte,
lascerò libera la mia anima,
che in un istante
prenderà la tua e la condurrà nel mondo dei sogni,
dove non vi è linea di confine tra finito e infinito,
dove volare è un po' come amare.

Io sarò lì,
ti prenderò per mano e,
sulle note di un valzer senza tempo,
ti guarderò negli occhi luminosi
e in un vortice di note,
continueremo a "volare".
Federico Illesi
Composta sabato 3 settembre 2011
Vota la poesia: Commenta

    Se penso a te

    Se penso a te non vedo paesaggi,
    vedo i tuoi occhi che infondono il sereno
    con quei colori che sembrano messaggi
    e l'espressione bella, a tempo pieno.

    Se penso a te non vorrei mai partire,
    resterei a contemplarti come a veleggiare,
    a proferir concetti che forse fan soffrire,
    ma se tu ridi rammento ancora il mare.

    Se penso a te che illumini i miei giorni,
    alle tue labbra sapor di caffellatte,
    a brucianti partenze pregustando ritorni,
    osservo i miei trascorsi e li trasformo in arte.

    Se penso a te ascolto nel silenzio della sera
    i suoni della vita scuotere i miei pensieri,
    girandole d'amori contrastati, fioriti a primavera,
    in luoghi assai remoti, nel tempo irraggiungibile di ieri.

    Se penso a te con l'amore che ho in cuore,
    ti rivedo attraente, come il sogno rubato
    dall'oscuro destino ad un ladro d'amore,
    che non merita niente perché è innamorato.
    Federico Illesi
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di