Poesie di Fabio Zambuto

Studente, nato mercoledì 11 luglio 1990 a Agrigento (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Mr WildCard

La giornata

Così inizia...
sempre uguale, con tutti i desideri stravolti
ogni certezza smarrita e gli occhi confusi al cielo rivolti;

Ritorno alla realtà di ogni giorno,
né triste né mai troppo bella,
Naturale come di foglie un'albero adorno
Complicata come nel cielo l'ultima stella;

non già monotona,
perché ogni istante è come nel mare un'onda,
non già felice,
perché ogni emozione è una colpa profonda,
non già brutta,
perché ogni sguardo è colmo di complicità gioconda;

Scende giù una lacrima per quello che è stato,
spunta un grande riso per ciò che sarà,
brillano gli occhi a me che son grato
Curioso allora mi chiedo, chissà
e adesso?
Si va.
Fabio Zambuto
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Mr WildCard

    Scorre

    La sento,
    Triste consapevolezza, amara verità.
    Così mi spengo!

    Il vento è incessante e immobile è il mare,
    cade il cielo, una stella si spegne,
    è un sogno andato via
    così niente scorre più come prima;

    Mi giro, cerco, trovo solo storie mai raccontate,
    storie infinite di verità celate...
    è tutto uno scorrere nuovo;

    Affanno, colpa, tristezza, falsità,
    forti minuti aggravi
    di sentimenti perduti nel tempo,
    attimi veloci, liti feroci
    tra noi
    esseri eternamente opposti;

    La sento ancora;

    Sogno che scorre veloce nel vento,
    e io che corro e lento lo inseguo;
    cerco, ricerco, tutto diventa buio e penso:

    ma in tutto questo, l'amore dov'è?
    Fabio Zambuto
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Mr WildCard

      Inno all'amore

      C'era un vecchio che urlava al passato
      distinto, confuso e molto adirato
      nessuno capiva perché piangesse
      lacrime amare tra le ciglia spesse
      con fare agitato e occhi da folle
      chiedeva indietro la donna che volle
      parlava alla morte constantemente
      chiedendo risposta inutilmente
      un dì un'ombra nera apparve nel vuoto
      e l'uomo impietrito chiese all'ignoto
      un sol desiderio da realizzare
      la sua fanciulla veder ritornare
      così l'oscuro gli tese la mano
      scese nell'ade come un fagiano
      e dentro la lava rossa e fumante
      vi era l'amata affascinante
      il cuore del vecchio sembrava bruciare
      il volto allagato come nel mare
      un bacio d'amore e forte dolore
      suggellò l'incontro con grande bagliore
      allora l'ignoto chiese uno scotto
      staccando i due amanti con un sol botto
      vita per vita amor per amor
      per uno l'uscita per l'altro il dolor
      appreso il patto il vecchio impietrì
      guardò la sua donna la quale capì
      che l'unica strada per restare insieme
      era morire e viver le pene
      che solo l'amor avrebbe sconfitto
      né penitenze né altro delitto
      l'ombra confusa allor'acconsentì
      e il sacrificio umano svanì
      l'amor tra la coppia era stato tale
      da chiamar a se la luce celestiale
      un'angelo bianco ornato di stelle
      colse nel manto le anime gemelle
      raccontò lor che li aveva salvati
      né la preghiera né abbracci spezzati
      solo l'amor e il suo vigore
      solo l'amor che regna nel core.
      Fabio Zambuto
      Composta lunedì 17 gennaio 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Mr WildCard

        Memorie d'amore

        Vedo qualcosa di speciale nell'immenso
        e il mio cuore batte di ardore intenso
        guardando il cielo e il sole rovente
        e nuotando nel mondo in controcorrente;

        Ho occhi velati dal triste rimpianto
        e gocce di pioggia nel volto di santo
        piango l'amore dimenticato
        volgendo uno sguardo al triste passato

        parlo alla notte e penso al destino
        scende una lacrima sopra il cuscino
        chiedo alla luna solo un perché
        e di risposta no non ce ne

        steso sul prato osservo le stelle
        penso a memorie e serate belle
        volti distorti amici del cuore
        sorrisi sbiaditi in un sol bagliore
        tornano in mente gioiosi ricordi
        che suonano chiari come gli accordi
        di questa musica dentro al mio cuore
        piena d'amore, si, solo d'amore.
        Fabio Zambuto
        Composta domenica 16 gennaio 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di