Questo sito contribuisce alla audience di

Lui

Talvolta sei lì, rassegnato e imbelle
in altre occasioni non stai più nella pelle
ti agiti e tiri, sembra tu voglia urlare
ma poi, alla fine, sai solo sputare
non hai mai misura, sei poco coerente
talvolta fai il duro altre volte fai... niente
se vedi qualcosa che appena ti vada
già ti alzi deciso, ti vuoi fare strada
ma poi tu da solo non vai mai lontano
per fare qualcosa ti serve una mano
con i tuoi simili non stai molto bene
ci rid, ci scherzi, ma pensi "che pene"
sei un po' vanitoso, ti senti perfetto
a te ogni bavaglio sta sempre un po' stretto
racconti a tutti che tu ci sai fare
che quindi in giro di te fai parlare
e che come ai divi la sorte ti tocca
di dovere passare di bocca in bocca
anche chi non conosci vorresti visitare
ma poi ti duoli se non ti fanno entrare
con chi invece sei abbastanza in confidenza
entri tranquillo, con berretto o senza
e se la confidenza è cristallina come il vetro
entri tranquillo da davanti o da dietro
insomma sei un tipo che sa stare al suo posto
ma che, all'occorrenza, sa anche essere tosto
taluno ti accusa "vuoi solo godere"
ma poi non è vero, ti piace piacere
ti alzi al mattino, ti guardi allo specchio
e allora ti accorgi che "tiri" parecchio
ti fai una doccetta e diventi un po' strano
ti chini, ti pieghi, diventi un nano
ma quando ti asciughi ritorni te stesso
ti guardi e poi pensi "ma si, faccio sesso"!
Vota la poesia: Commenta

    A lei

    Bianca e leggera
    ti cerco la sera
    vorrei tenerti qui nella mia mano
    ma dove ti trovo, sei a Roma o a Milano?
    Perché non rimani più spesso al mio fianco
    lo sai che con te non mi sento mai stanco
    un giorno con te ne vale la pena
    sai farmi gioire anche se non sei in vena
    chi non ti conosce di te parla male
    sarai pure buona, però sei fatale
    ma lasciali dire, non te ne curare
    chi dice così se la vuole tirare
    è vero, però, che fai anche soffrire
    perché tu spezzi il cuore, fai proprio morire
    sei li, attraente, una linea perfetta
    che bello io e te, e poi una sigaretta
    quando ti vedo sento già un groppo in gola
    tu sei la migliore, di tutte la sola
    con te io potri anche piantar radici
    riempir co, tuo odor tutte e due le narici
    vivo pensando al prossimo incontro
    vieni, ti aspetto, io qui sono pronto
    problemi di peso, ma chi, proprio tu?
    Potresti pesar giusto un chilo di più
    ma dai che vai bene, fai colpo lo stesso
    chi è quello scemo che ti butta nel cesso?
    Vuoi farti più scura ma a me piaci chiara
    vai bene così, sei già tanto cara
    se sto un po' con te sono già in Paradiso
    lo notano in molti, mi cambi anche il viso
    ti do appuntamento spero a tra breve
    mio piccolo candido fiocco di neve.
    Vota la poesia: Commenta