Scritta da: Fabia Muscariello
"Dilettante"
Che imbarazzante scompiglio
Sento lo stomaco che vuole fuggire da questo corpo
Il cuore che parte con la sua danza
con la sua frenetica voglia di urlare a tutti che sono io la padrona della mia vita
Non voglio più scappare dai miei errori perché sono i pezzi di me
Sono ciò che io rappresento
Ciò che danno luce e ombre al mio cammino
Sono tutto
Ho tanta paura
Stanca di non fare rumore.
Fabia Muscariello
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di