Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Silvana Stremiz

Fausto Coppi

La tua vita è un battito d'ali
che volteggia sulla scia di un sogno.

Un cieco vide le tue vittorie,
toccò il tuo corpo:
le tue mani divennero manubrio,
i tuoi piedi pedali,
le tue gambe stantuffi
ed iniziasti a volare.

Discepolo del vento,
ciclista solitario
con l'anima iridata,
vincente oltre l'impossibile...

Rotaie torinesi color morte,
Coppi senza Coppi,
correre per esistere,
superare per raggiungersi,
l'infinito bianco celeste.

Dama bianca in scacchiera di sofferenza,
caimani e legulei divorano la tua vita,
scimitarre d'ipocrisia,
tappe tormentate.

Un nuovo Fausto nasce,
la corsa verso la fine,
l'Africa uccide il tuo presente...

... e noi siamo qui,
uomini soli mai al comando,
a macinare ricordi in salita,
ascoltando il tuo battito d'ali
nella gloria immortale.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz
    Che notte, quella notte,
    e che bambole incontrasti
    in una Chicago in riva al Po
    che rifletteva colori jazz
    della tua anima inquieta.
    Guarda che luna,
    sorride a bulli e pupe
    con la tua voce
    che smeriglia, leviga... incanta.
    Una Thunderbird rosa,
    come l'alba del tramonto,
    la strada distrugge il presente...
    e noi piccoli eroi dal wisky facile
    saremo ad ascoltarti nei cieli dei bar,
    per ritrovarti al fondo di un ricordo.
    Vota la poesia: Commenta