Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Enzo Di Maio

Chiuso

Il passato è il mio presente
la mia porta è chiusa
e l'oggi mi trova solo
come spettatore assente.

La mia mente vive di quel vissuto
di ciò che fu quel mondo
semplice e non globalizzato
ricorda i buongiorno
il piacere di stare tra la gente
il sentirti partecipe
il non essere ignorato.

Il mio corpo si nutre ancora di quel niente
che sembrava così tanto
e rifiuta questo effimero benessere
patrimonio di pochi
di chi affama il popolo
di chi genera in esso tristezza
disperazione, pianto.
Composta lunedì 22 dicembre 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Enzo Di Maio

    Cerco una strada

    Cerco una strada,
    da tanto tempo cerco una strada,
    cerco e cammino, cerco e cammino,
    cammino e domando:
    conoscete questa strada?
    Quante suole ho riparato nel cercare,
    a quante porte ho bussato per domandare.
    Come si può non trovare una strada?
    Eppure esiste, tante volte ne ho visto l'inizio
    e ancora tante volte ne ho rimandato il percorso.
    Forse domani, e domani ancora poi domani,
    sino ad oggi, perché non c'è più tempo,
    non ci saranno più domani.
    Cerco, e dovrò fare in fretta,
    tra poco farà buio e non ci sono neanche luci.
    Già, non ci sono luci.
    Chissà perché non ho mai illuminato la mia strada.
    La mia strada,
    come ho fatto a dimenticare la mia strada?
    Composta lunedì 3 novembre 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Enzo Di Maio

      Quello che non sei

      In fondo la vita è tutta una scommessa
      non importa se ti dà successo e ricchezza
      e se vivrai amori circondato di bellezza,
      non farà' mai di te ciò che avresti voluto
      e il tuo io sarà come fosse abitato
      da un qualcuno che ti è sconosciuto.

      Il tuo pensiero sarà sempre rivolto ad un altro te,
      a quello che non sei,
      a chi tu non sarai mai.
      Pensaci, è vero, è lo scoprirai.
      Composta martedì 23 settembre 2014
      Vota la poesia: Commenta