Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Enrico Giuffrida

Operatore Protezione Civile, nato domenica 14 luglio 1985 a Catania (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Enrico Giuffrida

Capodanno

Ecco la stazione del tempo
Il treno del 2017 su cui viaggio
sta ormai concludendo la sua corsa
Esulta di gaudio il mio cuore
Inizio a prendere i miei bagagli
porto con me l'amore, la felicità e la formazione,
lascio la tristezza, la malinconia e la sofferenza.
Li colloco lì, in quell'angolo del mio viaggio
che il tempo non mi riporterà
Sventolo un fazzoletto di colori vivaci
alla vista del treno del domani
Lacrime di gioia lavano il mio presente;
la speranza germoglia dinanzi al mio cammino.
Ecco le ultime tetre gallerie
Il 2018 è fermo lì ad attendere anche me.
Appare nel suo massimo splendore.
Dalla mia bisaccia prendo uno scrigno
che racchiude sogni, desideri e aspirazioni.
Con fervore e illuminato dalla speranza
lo reggo nelle mie mani sofferte
per affidarlo al conducente del tempo futuro.
Composta martedì 31 dicembre 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Enrico Giuffrida

    Anno che verrai

    Caro 2018,
    che del tempo terrestre,
    stai per varcare la porta maestra,
    lascia sull'uscio avversità e crisi
    che il Mondo intero ne è già colmo.
    Spazza via i nembi catastrofici,
    di fame, guerra, morte e disperazione.
    Costruisci sulla nostra madre terra
    l'agognato arcobaleno della speranza;
    traina con te il sole della vita novella;
    riporta la solenne letizia in chi è stato lapidato
    dal funesto e terrificante 2013.
    Alita sui sovrani e politici
    il vero spirito del leader:
    fa che questi si impegnino
    per far risorgere intere popolazioni
    ormai sommerse dall'angoscia
    del non riuscire a vivere.
    Solleva la Bilancia della vera Giustizia,
    riedifica i ponti della vera amicizia e dell'amore.
    Fa rigermorgliare la speranza
    nei cuori gelidi di chi l'ha persa.
    La mia preghiera
    è colma di richieste:
    ricostruisci ciò che il 2017 ha annientato.
    Composta domenica 29 dicembre 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Enrico Giuffrida

      Il sipario del cuore

      Ecco che una lunga commedia
      volge ormai alla fine.
      Lemme sciolgo le cime del sipario,
      i drappi rossi invadono il cuore
      Segnano la fine degli atti
      di un tempo che non riapparirà.
      Il cuore segnato alza il suo malinconico cilindro
      ringrazia la vita per la sua dottrina
      e mentre si accomiata dagli spettatori,
      si spoglia delle sue profonde ferite
      aprendo il suo nido,
      a chi con affabilità ne avrà cura.
      Composta sabato 21 dicembre 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Enrico Giuffrida

        La notte d'estenuazione

        Una notte priva di stelle,
        quella notte ove i nembi minacciosi
        celano l'aureo splendore,
        di quell'universo infinito,
        perseverà solo per quel tempo in cui
        le membra scuoteranno la polvere della fatica,
        il cuore sarà nutrito di novella linfa
        e l'intelletto lascerà i ricordi al passato,
        per ricominciare il nuovo cammino del domani.
        Composta venerdì 20 dicembre 2013
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Enrico Giuffrida
          Oh Donna,
          musa ispiratrice della mia poesia,
          passione irrefrenabile del mio cuore,
          ardito desiderio delle mie labbra
          linfa vitale della mia esistenza.
          Volgi a me i tuoi lucenti occhi,
          specchio benevolo del tuo nobile animo.
          Fa che io possa addentrare
          in quella culla nobile di emozioni.
          Fa che la mie pelle trasudata
          possa risplendere del tuo fulgore.
          Traccia in me con la tua benigna mano
          gli angelici sentieri della vita.
          Attendo con ardore,
          conto gli istanti della mia esistenza
          e tra il respiro affannoso
          invoco il tuo miracolo.
          Composta mercoledì 18 dicembre 2013
          Vota la poesia: Commenta