Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Emily Dickinson

Poetessa, nato venerdì 10 dicembre 1830 a Amherst, Massachusetts (Stati Uniti d'America), morto sabato 15 maggio 1886 a Amherst, Massachusetts (Stati Uniti d'America)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Proverbi.

Scritta da: Silvana Stremiz
It struck me - every day -
The Lightning was as new
As if the Cloud that instant slit
And let the Fire through -
It burned Me - in the Night -
It Blistered to My Dream -
It sickened fresh upon my sight -
With every Morn that came -

I though that Storm - was brief -
The Maddest - quickest by -
But Nature lost the Date of This -
And left it in the Sky.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz
    La Morte dà significato a Cose
    Che l'Occhio avrebbe frettolosamente ignorato
    Salvo che una Creatura defunta
    Ci implori teneramente
    Di soffermarci su piccoli Lavori
    Di Pastello, o di Lana,
    Con un "Questo fu l'ultimo che fecero le Sue dita" -
    Industriose fino a quando -

    Il Ditale divenne troppo pesante -
    I punti si fermarono - da soli -
    E allora fu posato fra la Polvere
    Sulle mensole del Ripostiglio -

    Ho un Libro
    La cui Matita - qui e là -
    Ha segnato i punti che Lui preferiva -
    A Riposo - sono le Sue dita -

    Ora - quando leggo - non riesco a leggere -
    Per le Lacrime che interrompono -
    Cancellando quelle Incisioni
    Troppo Costose da Riparare.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz
      Se qualcuno cade, assicurategli che colui, che adesso è in piedi -
      Fallì come Lui - ed è conscio che rialzarsi -
      È frutto delle Circostanze, e non della Consapevolezza
      Che la Debolezza è passata - o la Forza - risorta -
      Ditegli che il Peggio, si placa in un Momento -
      Il Terrore, è solo nel Sibilo, prima della Pallottola -
      Quando la Pallottola entra, entra il Silenzio -
      La Morte - annulla il potere di uccidere.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz
        Dio è un distante - maestoso Innamorato -
        Corteggia, come ci ha spiegato - per mezzo di Suo Figlio -
        In verità, un Corteggiamento Vicario -
        Per "Miles", e "Priscilla", accadde lo Stesso -
        Ma, affinché l'Anima - come la bella "Priscilla"
        Non scelga l'Inviato - e rifiuti lo Sposo -
        Garantisce, con iperbolica astuzia -
        Che "Miles", e "John Alden" erano Sinonimi.
        Vota la poesia: Commenta