Poesie di Emilia Galbo

Questo autore lo trovi anche in Racconti.

Stasi

Stesi a guardare me e te,
distesi ad osservare le stelle.
Fu come se stessi lì,
nel nostro passato
che non torna più.
E in un attimo fu stasi.
Immobile.
Solo una lacrima
si distendeva prepotente
sul mio viso.

Tornai al treno
che trasportava anime in fuga.
E ancora fuggii.

E fu stasi,
quando ripensai alla prima volta
che mi toccasti,
il tempo si fermò;
trattenni il respiro,
l'universo smise di girare,
per accogliere me e te.

Per sempre ti ricorderò
come stasi.
Come l'ultimo respiro prima di scoppiare.
Come l'attimo che precede l'arcobaleno.
Come la speranza,
prima di essere infranta.
Sarai l'attimo
in cui tutto svanisce, pur restando tale.
Il momento in cui la speranza arriva all'apice.
La punta prima della discesa.
Sarai il mio attimo di stasi,
sino alla fine del miei giorni.
Emilia Galbo
Vota la poesia: Commenta
    Foglio bianco, mani in mano.
    Nulla più.

    Un bicchiere di vino, poi un altro, e
    nulla più.
    Basta una risata,
    bastano gli amici,
    un'estate da vivere e
    un traguardo da non raggiungere.
    Una corsa al contrario la nostra.
    Verso la fanciullezza,
    verso un'età che non torna più.
    E il vento infuria,
    ci spinge con forza verso un presente che vogliamo conservare,
    perché da un momento all'altro non diventi passato.
    E poi?
    Poi nulla più.

    Mi risveglio in un presente
    che svanisce minuto per minuto.
    E dimentico.
    Dimentico questi e quei momenti,
    come dimenticherò quelli che non ho ancora vissuto.
    Calpesto i secondi passati,
    attecchiti al suolo un attimo dopo aver sfiorato il mio viso
    giungono le stagioni e svaniscono sotto i miei occhi ciechi.
    E vorrei afferrare ogni attimo e tenerlo con me, come vorrei afferrare te.
    Quel te che non ho mi conosciuto e che forse mai conoscerò.

    Ho teso la mano,
    eppure non sono riuscita
    neppure sfiorare una
    delle gocce di pioggia che hanno iniziato
    a cadere
    dal cielo in lacrime.
    Emilia Galbo
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di