Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: ely_

Se tu vuoi

Ma se vuoi,
puoi darmi la mano,
i mostri si abbattono meglio insieme.
E se vuoi,
possiamo essere qualcosa di grande,
qualcosa di immenso,
qualcosa che non muore mai.
Oppure possiamo essere piccoli,
vuoti ed enigmatici.
Basta che siamo noi due. Insieme.
Dimmi che lo vuoi,
e ti porterò a guardare le stelle,
ti porterò a una mostra d'arte,
o se vuoi, puoi venire nel mio cuore,
c'è spazio solo per te.
Ma se vuoi,
posso amarti.
E potremmo mischiarci la pelle,
o potremmo litigare se ti va
ma poi promettiamoci di fare pace,
e potresti anche chiamarmi amore
se lo desideri.
E se vuoi,
posso dirti che sei uno splendore,
posso dedicarti altre mille poesie
e regalarti mille istanti.
Potrei portarti mazzi di fiori ogni dì,
potremo viverci insieme,
creando un nostro infinito,
un nostro piccolo infinito,
nel dolce fiorir di questo amore.
Composta sabato 10 ottobre 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: ely_

    Almeno noi, ricordiamoci

    Almeno noi,
    che abbiamo vissuto il nostro eterno
    ricordiamoci.
    Ricordiamoci delle stagioni,
    delle giornate di quando
    stare insieme bastava
    e ora non basta più.
    Ricordiamoci.
    Delle nostre liriche sussurrate
    dei giochi e delle paure.
    Le paure, le affrontavamo insieme sai?
    Ricordiamoci di noi che ci siamo scelti.
    Ricordiamoci all'improvviso,
    quando nella vita non manca niente
    niente tranne noi.
    Ricordiamoci nell'odio del nostro amore
    che ora non c'è più.
    E in parte non ci sono nemmeno io,
    mi sono fermata a quando mi guardavi,
    e io arrossivo.
    Ma almeno noi ricordiamoci,
    che tutti ci han scordato.
    E ridono di noi quando ci sfioriamo,
    e ridono di me
    quando cerco il tuo sguardo
    negli occhi della gente.
    E forse l'amore passa
    ma noi no, noi non passiamo.
    Ricordiamoci i dettagli
    quelli ci fregavano sempre sai?
    Almeno noi ricordiamoci
    lasciamo vivo nei ricordi questo sentimento morto.
    Composta domenica 1 novembre 2015
    Vota la poesia: Commenta