Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Donato Leo

Nessuna, nato a Gioia del Colle

Scritta da: donatino24

Festività

Cade la neve, i fiocchi scendono lentamente
volteggiano nell'aria umida e fredda.
Nel camino arde la lagna, si sentono gli scoppiettii,
vedo sprigionarsi scintille che brillano come stelle,
illuminando il mio animo di felicità.
È il preludio di un avvenimento importante:
"La nascita del Bambino Gesù".
Sarà accolto con amore e tributato gli onori.
I fiocchi di neve, leggeri come le carezze della mamma,
continuano a cadere, mentre si prepara l'albero di natale,
a simboleggiare la festa più bella dell'anno.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: donatino24

    Vite spezzate

    Viaggiando in auto ho visto
    ai bordi delle strade, fasci di fiori
    posati ai piedi di una lapide.
    Mi sono fermato accanto ad una di queste
    e, nel mentre leggevo l'epitaffio,
    sentivo lamenti di dolore.
    Mi sono guardato intorno... ero solo.
    Ho pensato che quella giovane vita spezzata,
    chiede ancora giustizia.
    A quella giustizia mancata
    su questa vita terrena,
    si ribella, perché vuole trovarla
    durante il sonno eterno.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: donatino24

      Notte d'estate

      È notte fonda.
      La luna è circondata
      dalle stelle che le fanno
      da cornice, dipingendo il quadro
      del nostro firmamento.
      Il caldo afoso,
      rende l'aria irrespirabile,
      non riesco a chiuder occhio
      e di tanto in tanto, sento
      dei passi felpati, come se non
      volessero disturbare il mio riposo.
      È il vigilante, con la sua fioca lanternina,
      che assicura la nostra sicurezza e tranquillità.
      È l'alba, la luna e le stelle non ci sono più,
      non sento più i passi del vigilante,
      che pur mi tenevano compagnia.
      Vota la poesia: Commenta