Poesie di Deena Ondertoller

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Maat95

Il dolce Vivere

Svolazza tra i fiori il dolce Vivere
com'è bello sentirlo così vicino, così parte dell'ego profano.

E celere pulsarci nel cuore e fluirci nelle vene
come un fiume in piena.

Com'è bello saperlo ascoltare senza giudicare, come tale ingiudicabile è.

Com'è bello saperlo vedere senza pensare, come tale immorale è.

Com'è bello vederlo brillare nelle lacrime infantili dell'Amore,
nelle stelle della notte e nei venti del giorno

Com'è bello sapere che la vecchiaia lo consuma e con leggerezza,
come un piuma,
lo lascia cadere nel più profondo terriccio;

per poi risalire al cielo e farsi fiore,
rinnovando, del circolo vitale, il motore.
Deena Ondertoller
Composta sabato 2 aprile 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Maat95

    Come un fiore d'agrifoglio

    Dopo tutto questo cianciare, cos'altro dire!?

    Poco mi affascina di questo mondo
    di cui sono solo una controfigura,
    uno di passaggio...

    come lo sono la vita e la morte.
    Infatti quest'ultima sta qui solo per ammazzare il tempo,
    finisce chiunque per non finire se stessa.

    Io mi chiedo:
    perché la vita ha fine e la morte no?
    Perché tutta questa paura affligge le menti umane?

    Ma ricordo che un giorno un fiore mi disse:
    "la vita è come un fiore d'agrifoglio,
    non punge, non ferisce".
    Deena Ondertoller
    Composta sabato 14 novembre 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Maat95

      La musica del Silenzio

      Incombeva il silenzio
      Sul giardino di bianco incanto.

      Nell'acqua,
      Come uno specchio freddo,
      Si vantava il sole stanco e opaco

      Il vecchio albero della vita
      Spirava per la medesima volta
      e gettava le foglie bianche di neve.

      Le bianche e soffici
      Regine del regno di Dio
      Dominavano il loro paradiso

      Facendo cadere
      le candidi ballerine del cielo,

      Belle, piccole e leggiadre si posavano
      sul giardino della bianca speranza
      e si facevano corteggiare
      dal lieve vento freddo d'inverno.

      Guardavo fuori da quel foro
      sbarrato da pilastri di ferro,
      Il magico giardino.

      Respiravo profondamente,
      Tanto da rompere quel silenzio.

      Immaginavo d'essere là
      tra la neve e il vento.

      Sognavo d'essere libero.
      Un sogno che
      ormai
      faccio tutte le notti.

      Fermai quel respiro
      e fu ancora silenzio.
      Deena Ondertoller
      Composta giovedì 9 aprile 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Maat95

        Un solo ricordo

        Uno solo, ma bello;
        tra il fruscino nell'erba
        e il canticchio di un uccello.

        Pensavo alle lacrime versate
        Sotto al vecchio faggio,
        che giaceva lì, morto, triste e saggio.

        Pensavo all'infinito
        e pensavo alla goccia di rugiada
        Che scivolava via dal mio dito.

        Pensavo al rumore delle foglie
        e al colore del vento
        Che le muoveva felice e contento.

        Non mi meritavo una vita così, in dolore,
        solo la morte di un uomo senza cuore.

        Il dolce volare della vita tra le foglie
        Risplendeva,
        all'orizzonte,
        le magnifiche guglie.

        Pensavo all'infinito,
        pensavo alla promessa fatta
        come fosse un segretissimo rito.

        Pensavo,
        alla fine di tutto,
        all'uomo che era fuggito dalla mia vita
        lasciandomi sola come in lutto.

        Non è valsa la pena di piangere e morire
        Per chi più non ti ama,
        perché nel tuo cuore non deve aver più fama.
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di