Scritta da: SpiCuMeCo

Come il suono dei miei pensieri

Come il suono dei miei pensieri
Quando irrompi tu nei miei desideri

Fiori fantasmi si muovon'anelanti
Per reclamar festa, a te davanti

Come il torrente s'insinua tra le rocce
Quando l'eterea brama, stilla vive gocce

Furore d'un placido lago
Ponte di fuoco del magico drago

Come il mio ardore, perso nei tuoi occhi
Quando le mie mani cogli, si ch'io ti tocchi.
Davide Scintu
Composta venerdì 6 novembre 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: SpiCuMeCo

    Quale peso, se non la solitudine?

    Mentre gli altri fanno festa
    Si abbassano i tuoi capelli

    Quando giocano e fanno quell'odiato,
    Ambito chiasso
    Ti scendono le spalle, sulle mani

    Gridano i bambini, ignari testimoni del tempo
    Scende il respiro, cerca un moto orizzontale

    Dei fiori... portano della poesia, il ricordo del profumo
    Per te, il contatto del tuo corpo, sulla terra

    Del tuo dolore, compagno d'esistenza
    Ascolti la sua voce, unica immobile presenza

    Vorresti essere umano, ma ora sei malato
    Soffri solo, perché sei abbandonato

    Cammina il tuo pensiero nell'oscura notte
    Dilania pareti, case, chiese... grida la tua muta voce

    Squarcia i cuori, acceca gli animi
    Effondi un nuovo peso alla parola amore

    Amore puro, preteso con il cuore,
    amando d'un incondizionato Amore.
    Davide Scintu
    Composta giovedì 12 novembre 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di