Scritta da: Granconsiglio

La danzatrice folle

Dietro il suo ragionare
nascondeva
perversioni mai dette
forse solo sussurrate
senza troppo zittire
le vocine che quatte quatte
le suggerivano di mollare

La si poteva chiamare
idiota masochista insensata
la ramanzina subìta
le permetteva di replicare
sorridendo

Metteva a ferro e fuoco
la sua sensibilità
non si esponeva
non guardava mai a quel futuro
già vissuto
nemmeno per gioco

E tutta la grinta che non le mancava
soqquadrava
stabilità cervello cuore
dell'ombra che baciava
e portava sottobraccio.
Davide Massimiani
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Granconsiglio

    Le rime

    Le costringiamo a star vicine
    tanto da baciarsi
    quando
    invece
    magari
    vorrebbero allontanarsi
    a spintoni

    Ci convinciamo
    che privarne il testo
    equivalga
    a lasciar la luna
    senza osservatori

    Spesso costruiamo
    mentalmente
    il tutto
    attorno al loro bacio
    e non ci accorgiamo
    che tutta questa preparazione
    non aiuta a pensare meglio
    semmai a scrivere peggio

    E Sarebbe
    più semplice
    comporre
    se ci ricordassimo
    che le opere migliori
    sono tutte incatenate
    ancora
    in svariati cervelli

    È d'obbligo
    dubitare
    che la poesia
    ci insegni qualcosa
    ed è certo
    che la rima torna sempre
    ma qui
    la vittoria
    se la dovrà sudare.
    Davide Massimiani
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Granconsiglio

      Poteva andare peggio

      Poteva andare peggio
      lasciarsi assuefare dal suo profumo
      è esponenzialmente
      più elettrizzante
      che paralizzarsi
      cerebralmente
      dinanzi ad una scelta

      Poteva andare peggio
      la sua testardaggine
      lasciata alle intemperie
      poteva partorire ruggine
      tanto da impedirgli
      di farli trovare

      Poteva andare peggio
      poteva non dire
      senza te non mi vedo
      poteva non rimanere
      poteva non sbagliare
      in teoria
      nel modo giusto
      dove altre
      forse
      avrebbero scelto tutt'altro

      Poteva andare peggio
      San Lorenzo avrebbe potuto
      rovinargli la serata
      anziché stellare i loro
      soffitti

      Poteva andare peggio
      così tanto che
      meglio di così
      non poteva proprio andare.
      Davide Massimiani
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di