Scritta da: Thebestnumber 1

A tratti

A tratti siamo stati attratti
da posti opposti
e divisi da visi distratti
avrei voluto prenderti le mani
e dirti semplicemente: "rimani"
a lungo ho cercato la tua essenza
e, ora, sono senza te
adesso
qualunque cosa cerchi
continuo a percorrere cerchi
dove alti e inutili fossi
mi ricordano cosa tu fossi
quando nella notte dei miei sogni
ti vedo vestita di luce e di seta
la mia anima si disseta
e per qualche interminabile istante
tu non sei così distante
ma la mente spesso
mente malamente
e mi porta a cercare ancora
la tua porta chiusa da anni
quando poi il ricordo accenna
a tessere con astuzia la sua trama
contro il destino divino avverso
un bicchiere di vino verso
se rinasco, lo giuro davanti agli uomini
e a Dio
non rimarrò immobile ad ascoltare
il tuo indecifrabile
addio.
Daniele Trombetta
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Thebestnumber 1

    Il tuo sguardo

    Quando il tuo sguardo brilla
    di un riflesso immateriale e puro
    tra le bottiglie vuote
    gettate nell'oscurità di un momento
    la pienezza di ogni sensazione
    ritorna in equilibrio
    si ricompone l'ansia inattesa
    per l'abbandono di un'incertezza
    con affanno la trasformazione si compie
    risorge in mezzo all'angoscia
    un desiderio mai a lungo nascosto
    una volontà solo a tratti insicura
    quando il tuo sguardo
    nella certezza del presente
    e nello sconforto del passato
    libera l'aria già satura
    si ricolora il lento scorrere
    di una luce mai spenta
    e cresce il filo
    della volontà suprema
    prima di spostarsi nel vuoto
    con ali
    senza alcuna certezza.
    Daniele Trombetta
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Thebestnumber 1

      E adesso come faccio

      E adesso come faccio
      a guardarti negli occhi
      quando vorrei scappare e gridare la mia ossessione
      le mie mani ti afferrano i polsi
      mentre i miei tremano senza controllo
      nel tentativo di fermare le tue mani
      che cercano il modo per non farmi
      andare via
      e adesso come farò
      a vivere dentro i tuoi occhi
      quando niente, niente ha più senso
      ogni certezza crolla dalle fondamenta
      ogni respiro è privo d'aria
      ogni battito sono mille battiti
      ogni secondo diventa eterno
      vorrei da te risposte che non conosco
      e adesso
      adesso che guardo i tuoi occhi
      così identici ai miei
      scrivo la fine della mia felicità.
      Daniele Trombetta
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Thebestnumber 1

        Per sempre

        Non mi sono ancora abituato
        alla compagnia della tua assenza
        ti ho cercato in ogni angolo di questa città
        ti ho chiamato da ogni parte del mondo
        e adesso che so benissimo
        dove posso trovarti
        preferisco scegliere altre direzioni
        avresti potuto fare qualsiasi cosa
        i nostri respiri si sarebbero ancora incrociati
        per sempre
        io lo avevo giurato
        tu l'avevi giurato
        ora che il tuo respiro si è perso
        per sempre
        faccio una fatica tremenda
        a ritrovare il mio
        per sempre
        incrociato al tuo.
        Daniele Trombetta
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Thebestnumber 1

          Se fossi rimasta

          Se fossi rimasta
          non sarebbe cambiato niente
          saresti rimasta e basta
          avremmo visto giorni tanto uguali
          da sembrare diversi
          rincorrersi fino quasi a sfiorarsi
          e avremmo provato a cancellarci
          come avevamo fatto infinite altre volte
          mi avresti visto invecchiare
          ti avrei visto inciampare in storie senza domani
          ci saremmo persi e ritrovati
          senza venir meno al nostro giuramento
          se fossi rimasta
          tutto sarebbe stato diverso
          non avrei visto questa pietra
          con il tuo nome e due date
          non avrei dovuto prendere in affitto
          la spiegazioni dei miei sogni
          solo per capire una volta per tutte
          quello che non volevo accettare
          se fossi rimasta
          ma sei rimasta
          sei rimasta e basta.
          Daniele Trombetta
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di