Scritta da: Daniele De Patre

Io posso, io devo, io voglio

Stamattina alle 5,30 camminavo in riva del mare.
Riflettevo:
Io stamane mi sono alzato dal letto,
c'è chi non può farlo.
Io sto camminando in riva al mare,
c'è chi non può farlo.
Io sto vedendo sorgere il sole,
c'è chi non può farlo.
Io posso sentire il rumore del mare,
c'è chi non può farlo.
Io posso lodare il Signore per ciò che ho,
c'è chi non riesce a farlo.
Io ho avuto tanto, posso fare tanto,
c'è chi non può farlo.
Quello che ho è dono del Signore,
non di certo merito mio.
Questo dono non è giusto sia tutto per me.
Per coloro che non hanno quello che ho io,
io posso, io devo, io voglio fare!
Daniele De Patre
Composta domenica 29 aprile 2012
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Daniele De Patre

    Se mi dai la mano

    Se mi dai la mano, ti prometto:
    non ti farò del male
    non tradirò la tua fiducia
    non ti tradirò
    non ti lascerò solo
    non ti volterò le spalle
    non ti farò piangere
    non ti dimenticherò
    non ti deluderò
    io sarò con te
    io sarò accanto a te
    io ci sarò per te
    proverò a fare tutto questo
    tu però,
    dammi la mano.
    Daniele De Patre
    Composta venerdì 27 aprile 2012
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Daniele De Patre

      QUANDO

      Quando vedo la gente soffrire
      Quando incontro persone tristi
      Quando so di bambini maltrattati
      Quando mi presentano persone in difficoltà
      Quando penso alla violenza tra i popoli
      Quando vedo l'ingiustizia tra gli uomini
      Quando noto l'ipocrisia dilagante
      Quando spero in un mondo migliore
      Quando tento di fare e non riesco
      Quando penso di aver fatto e non basta
      Quando non so cosa fare...
      Quando finirà tutto questo?
      Daniele De Patre
      Composta venerdì 27 aprile 2012
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Daniele De Patre

        Non preoccuparti

        Quando sei stanco
        Quando non ce la fai
        Quando ti senti solo
        Quando sei triste
        Quando ti senti oppresso
        Quando accade ciò che non vorresti
        Quando vedi tanta ipocrisia
        Quando scopri l'ingiustizia
        Quando ami ma non sei amato
        Quando dai, e non ricevi nemmeno un "Grazie"
        Quando operi con giustizia, e nessuno lo riconosce
        Quando metti il "Cuore" e l'altro no
        Non preoccuparti.
        C'è Qualcuno che ti sostiene e ti osserva
        A Lui e solo a Lui dovrai dar conto.
        Daniele De Patre
        Composta lunedì 23 aprile 2012
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Daniele De Patre

          Non temere

          Non temere se ti dicono che quello che pensi è sbagliato
          non temere se ti dicono che quello che affermi è sbagliato
          non temere se ti dicono che quello che fai è sbagliato
          non temere se ti dicono che la tua vita è stato un fallimento
          non temere se ti dicono che non sei in grado di produrre bene
          non temere se ti dicono che gli altri sono migliori di te
          non temere se ti dicono che non sei nessuno
          puoi non temere tutto questo... solo se temi il signore!
          Daniele De Patre
          Composta domenica 22 aprile 2012
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di