Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Daniela Cesta

Le rondini

Le rondini sono partite per i paesi caldi,
io le ho viste tempo fa e ne sono rimasta affascinata,
le loro ali magiche, carezzavano il rosso cielo,

sembrava di sentire il loro respiro d'amore
che si intrecciavano con i miei pensieri,
garrivano allegre, giocando tra i tetti e il cielo

le rondini non sono mai afflitte, inseguono la primavera
girandole del mondo, non conoscono tristezza,
straordinarie e belle, nella loro semplice schiettezza,

padrone, del cielo caldo, di belle stagioni,
sfrecciano veloci come saette nell'aria tiepida,
maliziose, audacie nella loro innocenza.
Composta venerdì 27 novembre 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Daniela Cesta

    La solitudine

    Il colore della solitudine è il grigio,
    non bisogna averne paura,
    la solitudine può essere quieta, gioiosa, tranquilla,

    la solitudine è libertà dello spirito e della mente,
    fare quello che, piace a noi stessi
    orgogliosamente soli, con i nostri pensieri

    la solitudine arricchisce, con la contemplazione,
    possiamo brillare come le stelle nel cielo,
    gli astri brillano nel vuoto, solitari,

    la solitudine non è abbandono, isolamento, lontananza, ritiro,
    essere soli, può arricchire la nostra anima,
    la solitudine ama l'amicizia, la compagnia e le risate,

    ma, il solitario ama vivere, solo nella sua casa,
    ma, esistono anche persone che, non amano essere soli,
    per loro il silenzio è orribile, e devastante,

    sentono incomprensione, sofferenza nel loro cuore,
    smarrimento nel nulla... e piangono.
    Io dico: amate la vostra solitudine!

    Riempirla con pensieri positivi, fare ciò che desiderate,
    non avete obblighi con nessuno e nessuno può dire a voi
    quello che dovete fare o come dovete vivere...

    la solitudine è soggettiva, conosco delle persone che,
    sono sempre in compagnia, eppure sentono di
    essere soli, anche in mezzo alla gente.

    Io amo i miei momenti solitari, canto, rido,
    ascolto musica, scrivo, ho cura di me stessa
    amo la natura e amo Dio.
    Composta giovedì 26 novembre 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Daniela Cesta

      L'Avvento

      Accendiamo la nostra prima candela dell'Avvento,
      rischiarerà le nostre notti buie, la sua luce entra nel cuore
      dona gioia, predispone l'anima, a un intensa, e piacevole emozione,

      prepara noi alla venuta del Signore, sulla terra e nei nostri cuori,
      l'evento piu dolce, esultante, sereno, gaudioso, dell'anno!
      Tempo di speranza di preghiera di attesa nell'accogliere Gesù

      con umiltà e calore nella nostra vita, prepariamoci spiritualmente,
      simbolo di questo cammino è la corona di candele,
      ogni domenica accendiamola, conduce noi incontro al nostro Dio,

      che arriva.
      Composta domenica 29 novembre 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Daniela Cesta

        Che bello camminare nel bosco

        Che bello camminare nei prati e boschi
        i miei piedi frusciano sulle foglie morte,

        e il vento che scuote le altre, ancora attaccate nei rami,
        raggi solari tiepidi e sgargianti, riempiono il cuore,

        mentre le rondini volano in cielo, tutte insieme
        partono verso i paesi caldi, torneranno a primavera,

        il silenzio è armonia, tra il cielo la terra e me,
        nella natura i dispiaceri no esistere,

        è pensiero gioioso. Luce del cuore, bacio fresco,
        tocco magico, dell'autunno malinconico e splendente,

        nell'orizzonte che arrossisce dolcemente,
        facendo diventare le foglie ancora piu rosse,

        momento incantato di attimi che fuggono,
        godiamo della bellezza di ogni stagione,.
        Composta mercoledì 25 novembre 2015
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Daniela Cesta

          Siamo nati liberi

          Nessuno ha il diritto di negare libertà,
          tutta l'umanità è nata libera, come il vento,
          questo ha voluto il Creatore per ognuno di noi,

          siamo liberi di sbagliare, di amare, di cambiare,
          nessuna persona, appartiene a un altra persona,
          ogni individuo, ha il proprio cervello per pensare,

          ha il proprio cuore, ha i propri sentimenti,
          nessun soggetto, può essere uguale a un altro,
          siamo tutti diversi, unici, dissimili e straordinari,

          abbiamo il diritto di essere indipendenti, autonomi, emancipati,
          nessuno ha il diritto di opprimere e schiavizzare l'altro,
          costrizione, dipendenza, subordinazione, soggezione,

          non appartiene a nessun essere vivente di questa terra!
          La schiavitù è la legge di satana, la libertà è il sentimento piu sacro
          della terra, dell'umanità e di tutto l'intero universo!

          Ognuno di noi ha la prerogativa, di venerare e adorare il nostro Dio!
          Ogni confessione deve rispettare le altre religioni,
          ogni devozione viene dal cuore buono di Dio,

          Dio non dice: vai e uccidi!
          L'universo è stato creato sull'amore,
          e la vita è sacra, noi non abbiamo il diritto di sopprimerla,

          coloro che uccidono, pagheranno sotto gli occhi di Dio,
          l'abominio, l'ignominia, l'infamia, l'iniquità, la nefandezza,
          l'obbrobrio, l'onta, la scelleratezza, di avere, ucciso, le persone, che lui ha creato.
          Composta venerdì 20 novembre 2015
          Vota la poesia: Commenta