Scritta da: C. Veratelli
Guarda questo circo
di uomini
Gli egoisti stanno in fila
Una volta divisi
Muoiono di tristezza
Sono uomini da niente
Prendo la tua mano
e tremando sento il
Tuo respiro
Il passato è lento
Il futuro è troppo avanti
C'era un tempo in cui gli
Uomini credevano
Sguardi che fuggono
E si lanciano nel vuoto
Ricordi c'erano uomini
Che credevano guardando
Verso il sole
Vorrei essere un sacrificio
vivo,
nei tuoi occhi.
Cristina Veratelli
Composta domenica 30 marzo 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: C. Veratelli
    Ho voglia di trovare
    il mio angolo di luce,
    forse stanotte ti chiamerò
    vorrei capovolgere le cose
    mia vita, mia vita, voglio te
    dovrei lasciarmi andare
    per capire
    forse stanotte
    ti chiamerò
    dammi la luce di cui ho bisogno
    fisso un punto indistinto
    e dopo un percepire chiaramente
    dei movimenti di tutto
    quello che si muove
    oh vita
    vita mia
    abbracciami, ho bisogno
    del tuo amore...
    ho voglia di volare...
    mia vita, fammi volare.
    Cristina Veratelli
    Composta giovedì 13 febbraio 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: C. Veratelli
      Rubò spazio alle parole vuote,
      al silenzio pesante
      e a quella assurda retorica
      Si sedette a terra
      Osservando la sua ombra, in silenzio,
      Nel precipizio dei suoi pensieri
      Vide frammenti di luce
      e buio intorno
      Una finestra chiusa
      Il mondo fuori
      Insieme al sole
      Tardi si accorse di lui,
      lo vide tramontare
      vide il sole morire
      cercò nei suoi colori
      il suo ultimo bagliore.
      Cristina Veratelli
      Composta giovedì 13 febbraio 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di