Scritta da: C. Veratelli

Amara verità

È vero, la tristezza è amara
ti scivola addosso, sopra il corpo
da renderlo debole, sopra le labbra
da fargli perdere il colore
dentro la bocca
per farti sentire ciò che può fare
riempirti il gusto, l'umore, il sangue
di quel sapore che in te diventa
veleno, quasi da non farti respirare.
Cristina Veratelli
Composta lunedì 1 settembre 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: C. Veratelli

    Di lei sempre vivrò

    Mi immergerei nella sua anima
    perché dentro so che
    ci troverei un giardino immenso.
    Mi perderei nei suoi desideri,
    nei suoi sogni, ritrovandomi nei miei
    in tutti quei pensieri, desideri e sogni
    che giungono e urlano sulle mie labbra,
    per poter riprendere vita
    con le mani aperte correrei verso il cielo
    anche se so che afferrerebbero solo il vento
    senza mai stringere le sue,
    Un sorriso e poi
    una lacrima scende sul mio viso
    come una piuma che si adagia
    sul suo ricordo, senza più ritorno
    La sua immagine nitida
    ricorderò e
    ascolterò il mio cuore
    perché di lei d'infinito sempre vivrò.
    Cristina Veratelli
    Composta lunedì 1 settembre 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: C. Veratelli

      Voglio il nostro tempo

      E ora che sei
      davanti a me
      dimmi che
      il tempo resterà fermo
      mentre ti guarderò negli
      occhi
      mentre ti bacerò le labbra
      sentendo il tuo sapore
      dimmi che
      ogni respiro
      sarà nostro
      guardami e socchiudendo
      gli occhi amami
      come se fosse
      l ultima volta
      fammi sentire
      dentro di te
      fammi palpitare
      come se fossi una
      parte del tuo cuore
      e dimmi che il tempo
      non ci ha guardato
      e se ne andato
      lasciandoci
      dentro al nostro
      tempo.
      Cristina Veratelli
      Composta sabato 14 giugno 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: C. Veratelli

        il volo

        Metti le braccia intorno
        a me, e mi sentirò a casa
        metti le braccia intorno
        a me, e non sentirò più
        tormento, ma pace
        dentro
        il sole sta riempiendo
        la stanza, la luce ci
        illumina, siamo angeli
        dalle ali spezzate
        stammi vicino, ho problemi
        a respirare ho paura di
        non riuscire a volare
        metti le braccia intorno
        a me... ti darò tutto
        quello che sono
        delicatamente ti darò
        il mio cuore
        cambiamo tutto quello
        che eravamo che siamo
        e insieme, vedrai
        che riusciremo a
        prenderere
        il volo.
        Cristina Veratelli
        Composta sabato 14 giugno 2014
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di