Scritta da: Birbotta
Ti guardo e vedo il "tutto"...
Tutto ciò che il mio cuore, la mia mente, il mio corpo desiderano,

... Nostalgia antica per ciò che sento già mio

Sento l'intensità di ogni gesto, di ogni istante... mi confondo, sono parte di te...
Intuisco ogni tua sconosciuta tristezza, che comprendo e accolgo,, fa parte di te,
Mi disseto alla sorgente della vita,
Felice dei doni che mi fai... non chiedo altro...
Se non di poter cullare la tua dolce anima ferita.
Cristina Pinton
Composta venerdì 17 settembre 2010
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di