Poesie di Claudio Visconti De Padua

Dipendente Regione Campania, nato venerdì 25 aprile 1969 a avellino
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Affondo gli occhi

Affondo gli occhi
Nella radiosa luce stellare
Per distogliere la tua folgore
Impressa nelle mie pupille,
invano,
come lampi riemerge
il tuo viso.
Percorro viali fioriti
L'ebbrezza di amalgamati
Fiori,
non sento che il tuo
profumo
sulle mie mani,
le sollevo
la tua essenza
fusa nell'anima
mia.
I pensieri
Io non domo
Corrono a te,
irrefrenabili,
insaziabili
ingombrano la mia
mente,
la tua è
una presenza
costante
ed io ti sento
anche
nell'assenza.
Claudio Visconti De Padua
Composta domenica 23 marzo 2014
Vota la poesia: Commenta

    Il mio amore un amore in piena

    Il mio amore: un fiume in piena
    I miei pensieri
    Come un fiume straripato
    Percorrono impazienti
    Il letto immacolato del tuo volto.
    Una corrente irrefrenabile
    Spazza via ogni altra visione.
    Tutto corre velocemente a te
    Inarrestabile,
    incontenibile,
    tanto è
    il desiderio di vederti,
    di affondare l'anima mia
    negli eterei amplessi
    delle tue emozioni,
    di annegare nel profondo
    arcano del tuo inconscio,
    e leggere le tue velate
    emozioni,
    dissetare la tua brama
    d'amore
    e sfamare ogni tua irreuieta
    passione.
    E smaniosa l'anima mia
    Corre a te
    Come un irriducibile onda
    Marina
    Spazza via ogni ostacolo
    Nel suo cammino,
    dritta
    alla riva del tuo cuore
    e non c'è nulla
    che possa
    arrestare questo amore
    forte come la furia
    di un fiume in piena.
    Claudio Visconti De Padua
    Composta domenica 23 marzo 2014
    Vota la poesia: Commenta

      Vivi in tutti i miei sensi

      Vivi in tutti i miei sensi
      Costantemente vivi
      in tutti i miei sensi.
      Dimori in ogni mia visione,
      dalla nativa alba,
      riflessa nei raggi di sole,
      nella tiepida luce di luna.
      Vivi in me,
      nel fragore del mondo
      e nel suo silenzio
      notturno.
      Sul giaciglio
      durante le notti di stelle,
      vezzeggi la mia anima,
      trepida rivive gioconda
      emozioni vissute.
      Sulle mie labbra,
      ancora il sapore dei tuoi
      baci.
      Indelebili sensazioni
      fioriscono nell'animo
      amore immortale
      che rivivo in frammenti
      di passioni vissute.
      Claudio Visconti De Padua
      Composta domenica 23 marzo 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di