Scritta da: Horion Enky

Non penso alla gelosia

No, non penso alla gelosia,
forse sono un folle, a crederti mia!
Io ci credo che tu sei mia!
Perché ti amo alla follia,
dolce donna mia.
Sai questo sentimento,
è nato dentro di me piano piano,
trovandomi senza accorgermi
a dirti ti amo.
La mia vita è nata per te,
anche quando non sapevo chi tu fossi,
ma già sapevo che tu c'eri.
Donna, donna mia,
come posso pensare che tu non sia mia?
Quando insieme a te la mia vita,
diventa poesia.
No, non posso pensare che tu
te ne possa andare via,
lasciandomi credere che il nostro amore
sia solo una follia.
Claudio Bizzi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Horion Enky

    Vieni con me

    Vieni con me,
    ti regalo un paio d'ali.
    Prendimi per mano
    così voleremo in cielo,
    la dove le nuvole
    vanno a nascondersi quando c'è il sole.
    Ti farò vedere dove gli arcobaleni
    giocano a nascondino con le nuvole e il sole.
    Stringimi la mano
    e con le ali della fantasia,
    voleremo sfiorando le onde del mare,
    sentendone gli spruzzi sul viso.
    Voleremo sempre più lontano,
    anche oltre gli orizzonti.
    Dove si mostreranno a noi luoghi incantati
    e più leggeri di una piuma
    voleremo liberi come l'aria.
    Prendimi per mano e non parlare,
    le parole non servono,
    lasciamo parlare i nostri cuori.
    Claudio Bizzi
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Horion Enky

      Di quanta forza

      Di quanta forza erano intrise le tue lacrime,
      mi hanno dissetato come l'acqua della pioggia,
      quando la mia vita era investita dai temporali,
      che mi colpivano, bagnando la mia anima.
      Piangevi insieme a me, aiutandomi a scacciare la disperazione.
      Tuonavi parole con frasi forti,
      da far scuotere ogni petto che le avesse ascoltate,
      mi infervoravi, chiedendo ci mettessi ardore, per ritrovare il mio destino.
      Saziavi la mia fame, eri il magma dei vulcani,
      che scaldava il mio cuore,
      divampavi come il fuoco nelle vene, bruciavo d'amore per te.
      Un mondo nuovo mi hai fatto scoprire,
      un pianeta sconosciuto che gravitava a me vicino,
      orbite, che hanno attratto il mio essere solitario,
      colmando di tutto quello che la mia vita ha bisogno.
      Gemella, tu sei di me ed il mio ego si riflette su di uno specchio
      che ora tu stai aiutandomi a distruggere, per vivere accanto a te.
      Claudio Bizzi
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Horion Enky

        Essenza di vita

        Aggrappato ai ricordi, li avvinghi rubandone l'essenza,
        stille di un passato alterano i tuoi pensieri.
        Comprensioni perdute di ticchettii di un tempo
        che ora vedi lontano, ombre le velano,
        con una opaca inconsistenza di fragili frammenti
        che nascondi al tuo futuro.
        Con caparbietà cerchi di ribellarti,
        debole sei di fronte al volere del tuo destino
        che inglobandoti, t'inghiotte, in vie straniere,
        dove occhi ti spiano, passo, dopo passo,
        proiettando la tua ombra contro il muro dell'incoscienza.
        Blindi le idee in forzieri e incateni le tue parole a tralicci
        che si elevano al cielo, come catalizzatori di sogni,
        i quali tragicamente muoiono, soffocati da principi errati.
        Cerchi brandelli della tua vita, disseminati qua è là, nella valle dell'ozio,
        dove hai soggiornato in periodi del tuo passato,
        lusinghiero ti era sembrato,
        ma non ha fatto altro che farti perdere dentro il mare dell'oblio.
        Prendi in mano il tuo coraggio
        e usalo come torcia per il illuminare il tuo futuro,
        dai forza a te stesso e aggrappati ai tuoi sogni
        e, come un ariete, sfonda il tuo destino.
        Claudio Bizzi
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Horion Enky

          Intrisi di noi

          Comincio da me,
          dai miei sogni
          e l'odore delle notte
          intriso nelle narici.
          Dai cani sciolti
          che non hanno paura
          di correre sotto le stelle,
          abbaiando alla luna.
          Del vento e della pioggia,
          dalle tempeste
          che annebbiano il cuore,
          i pensieri e la mente,
          l'ardore e la gelosia.
          Comincio da te
          che unisci i tuoi sogni ai miei,
          non ho paure della notte
          quando sono con te,
          si colora di stelle.
          Siamo lupo e falco,
          l'altare e il calice
          anime che si basano
          sui fondamenti dell'amore,
          delizia e croce.
          Il sogno che s'avvera
          in una notte nera,
          mentre le stelle,
          ci stanno a guardare.
          Claudio Bizzi
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di