Scritta da: Horion Enky

Le ali della libertà

Oggi volevo volare, così,
ho lasciate libere le ali della fantasia,
loro non hanno corpo,
non odorano di materia
e mi sanno portare,
senza che io chieda,
dove voglio andare.
Loro fanno parte di me
e seguono la mia anima,
con quelle posso ritornare a volare,
riprendere il grande volo,
come un'aquila reale.
Nulla mi può fermare,
una nuova vita voglio imboccare
e con le ali libere sento,
il volo, di poter spiccare.
Claudio Bizzi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Horion Enky
    Hai svenduto il tuo amore,
    barattandolo per una bottiglia di whiskey,
    che poi ti sei bevuta tutta d'un fiato,
    aumentando così,
    dentro di te,
    l'immensa solitudine
    e disperazione.
    Ti sei truccata, non per farti bella,
    ma solo per confondere il tuo cuore,
    dell'amore che non hai saputo dare,
    nascondendo il tuo dolore,
    al mondo intero.
    Hai viaggiato su strade,
    che portavano solo a dei tramonti,
    perché l'alba non la vivevi,
    eri sempre così stanca che volevi dormire.
    Hai donato la tua anima,
    solo a chi non l'ha amata,
    trovandoti così a cercarla e rincorrerla
    a chi te l'ha rubata.
    Claudio Bizzi
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Horion Enky

      Malinconico sogno

      Ti ho cercata in un vecchio e malinconico sogno del passato,
      tra le ombre di un tempo dimenticato,
      a leggere cartelloni pubblicitari sotto i lampioni accesi,
      mentre un soldatino di piombo suonava un tamburo di latta.
      Prestavi il tuo cuore a me che, disorientato, vagavo,
      avevo bisogno di un faro e un'ancora
      per approdare all'amore vero.
      Dopo essermi armato di silenzio, nel buio delle tenebre,
      mi avevi lasciato un ricordo mai dimenticato, il tuo profumo.
      Claudio Bizzi
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Horion Enky

        Cuore di guerriero

        Cuore di guerriero ora è un cuore vuoto,
        solo un cuore vuoto che vive,
        abbandonato anche dall'anima
        che si è arresa, spenta e buia.
        La notte regna offuscata da nebbie
        e tu cammini nelle tenebre di giorni tutti uguali.
        Occhi persi, ciechi, che non vedono più il sole,
        non più una luce che illumini le vie del cuore.
        Cuore in pena, che batte nella guerra quotidiana,
        di vivere per amare.
        Solo quello ti resta, guerriero dell'amore.
        Troverai ancora la forza di lottare,
        di accendere la luce del tuo cuore?
        O ti lascerai morire?
        Impugnerai di nuovo le tue armi, guerriero,
        per sconfiggere i fantasmi che oscurano le tue battaglie?
        Nutrirai ancora la tua anima di colori,
        dando nuova linfa al tuo cuore?
        Solo tu puoi, guerriero, poiché sei figlio dell'arcobaleno e,
        dentro te, confluiscono tutti i colori dell'amore.
        Claudio Bizzi
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Horion Enky

          Pensiero stupendo

          Pensiero stupendo
          di te che, lentamente,
          ti stai facendo strada dentro di me,
          scorrendo nelle mie vene
          e nella mia mente,
          scombussolando tutto il mio essere
          e quello che di certo c'era.
          Hai iniziato a spogliare la mia anima,
          che non credeva più di poter amare
          e aveva seppellito i sogni intrisi di speranza,
          barattandoli con le paure nascoste.
          Sei arrivata con forza,
          come una freccia che colpisce il cuore,
          sconvolgendo, come fosse un terremoto,
          il mio io interiore.
          Ora mi stai donando ciò che di più grande non potresti,
          racchiuso in una piccola e semplice parola: amore.
          Claudio Bizzi
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di