Poesie di Cinzia Accetta

Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Commenti:
2

Abbandono

Pacato è il tumulto del tuo corpo,
lieve come un soffio è il respiro, leggero e assente.

Oh mollezza del riposo,
com'è soave e desiderabile questo tuo indifeso abbandono!

Non i dardi accesi dei tuoi occhi,
non le onde fragorose dei capelli,
non il sorriso tagliente e distante
tende quest'anima turbata.

È la piega del collo inerme
che invita il bacio e la carezza,
è la tua mano uno stelo reciso ed adagiato,
drappo abbandonato all'incalzare dei fremiti.

Ah, queste labbra!
Cosi incustodite eppure cosi distanti,
si schiudono, boccioli e germogli alla vista,
rimangono, ahimè, celate e inviolate
dietro la muraglia del tuo diniego.
Vota la poesia: Commenta

    Assenso

    Guardai con occhi compiacenti e languidi
    zanne affondare nelle carni molli,
    strappare brandelli.

    Acre l'odore che esala dal pasto consumato,
    penetrante sentore di un corpo ghermito.

    Nella pozza calda e fumante
    giace il ricordo dell'incontro,
    l'incoscienza dell'assenso.
    Cinzia Accetta
    Vota la poesia: Commenta
      Commenti:
      1

      Notte d'amore

      Balenio, tintinnio incalzante
      luccichio che a tratti acceca gli occhi stanchi.

      Brusio costante, voce sommessa
      che soffia parole, invade i pensieri storditi, confusi.

      Diventa frastuono la voce, quel suono,
      risplende e riluce
      tremendo ora il giorno.

      Allarmi accorrete!
      È vero il sospetto, svelato l'inganno.
      Celato d'ardore
      l'affanno di avere una notte d'amore.
      Cinzia Accetta
      Vota la poesia: Commenta