Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: CINELLA MICCIANI

Un fuoco eterno

Sei qui
stretto forte a me.
Mi tieni tra le braccia.
Il tuo sguardo mi chiama.
Le tue mani mi sfiorano.
Sento il tuo respiro su di me.
M'abbandono alle carezze.
Ansante m'attiri a te.
Le tue labbra avide
cercano le mie.
Ogni mia fibra
risponde al tuo richiamo.
I tuoi baci
sempre più ardenti
suggellano un grande amore.
Le nostre anime si fondono
in un unico respiro.
Hai acceso un fuoco
che brucerà in eterno.
Composta domenica 28 novembre 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: CINELLA MICCIANI

    Pescatore di perle

    Sei entrato nella mia vita
    con la forza dirompente
    dell'onda violenta
    che si scaglia
    contro la roccia.
    Io, granello di sabbia
    rintanato nella piccola ostrica,
    d'incanto,
    mi sono vista perla luminosa,
    accarezzata dalla mano sapiente
    dell'avido pescatore.
    E la perla è cresciuta,
    sempre più grande,
    sempre più splendente
    e preziosa,
    fino a brillare di luce propria.
    Che immenso miracolo d'amore!
    Composta martedì 23 novembre 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: CINELLA MICCIANI

      Buio e luce

      Stretta a te
      posso accendere
      ogni stella del creato
      comandare il vento
      far nascere l'arcobaleno
      tra l'azzurro del mare.
      M'inondo di cascate di cielo
      sprigiono tempeste di gioia
      navigo nei tuoi occhi di miele.
      Mi sento immortale.
      Quando te ne vai
      ho la voce legata nel petto
      il sorriso spento nel cuore.
      Un vuoto dilagante
      attanaglia lo stomaco
      e spadroneggia dentro me.
      Orme di silenzio
      segnano il mio cammino
      Sei il mio buio e la mia luce.
      Composta venerdì 19 novembre 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: CINELLA MICCIANI

        Come fosse eterno

        Prigioniera
        di me stessa,
        sono un essere fragile
        senza più ali
        per volare.
        Racchiusa
        nel mio mondo ovattato,
        osservo distaccata
        la vita scorrere
        senza più fremiti.
        Solo il silenzio
        mi circonda
        e il buio avvolgente.
        Mi manca la luce
        ogni anelito di vita
        la speranza.
        Vivo questo momento
        come fosse l'ultimo
        come fosse eterno.
        Composta sabato 20 novembre 2010
        Vota la poesia: Commenta