Scritta da: CINELLA MICCIANI

L'amore

L'amore è un'essenza
impalpabile, invisibile
trasparente.
Non lo tocchi
non lo vedi.
Lo senti nell'anima.
Prende forma e vigore
nel cuore che l'alberga.
Tutti cantano l'amore
come fosse un vezzo.
Lo fa chi ama davvero
chi non ha amato mai
chi non conosce l'amore
chi è incapace d'amare.
L'amore devi viverlo
per poterlo cantare.
T'avvince, ti coinvolge
t'affascina, ti cattura,
ti fa volare in alto
ti cambia la vita.
Ragioni con il cuore
parli con le carezze
rispondi coi baci.
Vedi il mondo colorato.
Il cuore impazzisce
al suono melodioso
d'una voce cara.
L'amore t'illumina.
Entra nei tuoi sogni
e non ne esce più.
Quando ami,
cammini sospeso
senza toccare terra.
Sei un respiro di vita,
un palpito impazzito
un cuore anelante.
Chi ama canta l'amore.
Deve solo
lasciar libero il cuore.
Cinella Micciani
Composta giovedì 17 novembre 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: CINELLA MICCIANI

    Attimi struggenti

    Sto piangendo
    ma nessuno lo sa.
    Piango piano
    così non si sente.
    Ci sono attimi
    nella vita
    fatti di lacrime
    di parole taciute
    di respiri trattenuti.
    Momenti difficili
    da gestire.
    Il buio imprigiona
    ogni emozione.
    Ti senti di ghiaccio.
    L'anima confusa
    cerca un approdo.
    Momenti bisognosi
    di abbracci veri
    parole calde
    carezze lievi.
    Attimi struggenti
    cura dell'anima
    miele del cuore.
    Amo questi istanti.
    Riportano la pace.
    Scacciano la paura.
    Accendono la luce.
    Tra poco sarai qui.
    Ho scelto il sorriso
    più bello che ho.
    Andrà tutto bene,
    amore mio.
    E con te accanto
    sarà davvero così.
    Un abbraccio vero.
    Un respiro donato.
    Un sorriso di vita.
    Cinella Micciani
    Composta giovedì 17 novembre 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: CINELLA MICCIANI

      L'attesa di te

      Parlami di te.
      Raccontami
      della tua vita,
      dei momenti
      senza di me.
      Parlami
      dei tuoi sogni,
      di quelli vivi
      o accantonati.
      Narrami
      dei rari rimpianti,
      delle occasioni
      colte al volo.
      Dimmi
      delle speranze
      sempre luminose.
      Parlami dei dubbi
      delle incertezze
      di tutto ciò
      che t'appartiene.
      Berrò ogni sillaba
      conserverò
      le parole,
      l'inflessione
      della voce,
      le sfumature
      dei sorrisi,
      la dolcezza
      dello sguardo.
      E per magia
      ti avrò con me.
      Miscelerò il tutto
      e lo conserverò
      nello scrigno
      dell'anima.
      L'attesa di te
      peserà meno.
      Sarà lampo
      nel cielo
      un volo di gabbiano
      un palpito di cuore.
      Cinella Micciani
      Composta giovedì 17 novembre 2016
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: CINELLA MICCIANI

        Ho imparato

        Quante parole spese
        per cantare un'amicizia
        destinata a volar via
        come sabbia al vento.
        La pensavo unica
        e speciale.
        All'improvviso
        s'è rivelata falsa
        e bugiarda.
        Ho imparato
        ch'è facile illudersi.
        Basta mettere l'anima
        in ciò che fai.
        Credere ciecamente
        negli artisti
        dell'inganno.
        Dentro
        si rompe qualcosa.
        Fa così male
        che non ti dai pace.
        Rifiuti la falsità.
        L'ipocrisia
        è lama acuminata.
        Ti ferisce la carne.
        Niente calma il cuore.
        Ho imparato
        che le parole servono,
        i fatti contano di più.
        È la realtà
        che pronuncia
        le sentenze.
        Io m'assolvo
        e t'assolvo.
        Ho imparato
        ch'ho sbagliato io
        a credere in te,
        ma tu non hai vinto.
        Io ho perso un'idea
        vestita di menzogna.
        Tu un cuore
        fasciato di lealtà.
        Leggiti dentro.
        Interrogati
        e se puoi perdonati.
        Cinella Micciani
        Composta giovedì 17 novembre 2016
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: CINELLA MICCIANI

          Ci sei tu

          Quante volte
          ti ho parlato
          in silenzio,
          frenando
          inutilmente
          le parole.
          Tu capisci
          con uno sguardo.
          Sai cogliere
          ogni sfumatura,
          un sorriso velato,
          una lacrima
          a stento trattenuta.
          Sei unico e speciale.
          Accanto a te
          cavalco l'onda
          delle emozioni vere.
          Non devo fingere,
          neppure chiedere.
          Ci sei tu
          ad intuire
          a comprendere
          a rimediare.
          Una gran parte
          di questa vita,
          spesso
          sospesa a un filo,
          ritrova forza in te.
          Ci sei tu
          a darmi la speranza
          a lenire la pena.
          La parte viva di me
          torna a lottare.
          S'aggrappa
          a quel filo di seta,
          beve le tue parole,
          stringe la tua mano
          e rivede la luce.
          Cinella Micciani
          Composta giovedì 17 novembre 2016
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di