Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: CINELLA MICCIANI

Come gabbiano

Vivo
per ascoltare
una speranza,
per far volare
un sogno
alto nel cielo.
Lotto
per cambiare
una realtà
amara,
per ritrovare
una spinta
perduta.
Sorrido
per cancellare
una sentenza,
per cacciar via
le lacrime.
Credo
per tener viva
una fiamma,
per dare luce
all'anima,
per abbracciare
la vita
e stringerla a me.
Come gabbiano,
intrepido
e sognatore,
aprirò le ali
e volerò
nel cielo azzurro
per colorarmi
d'infinito.
Composta mercoledì 12 ottobre 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: CINELLA MICCIANI

    Ce la farò

    Intrepida
    avanzo cauta
    tra levigati
    scivolosi sassi.
    Mi sorregge
    un'anima forte,
    mai doma,
    guerriera impavida
    di mille battaglie.
    In lontananza
    arriva il lamento
    del corpo fragile,
    stanco, sfinito.
    Lo stringo forte,
    lo cullo con amore,
    l'accarezzo tenera,
    lenisco le ferite.
    Piano piano
    torna
    il vigore antico.
    Dura è la lotta,
    lontana la meta,
    ma salda
    è la speranza.
    Quest'anima
    indomabile
    ha ripreso a lottare.
    Via lacrime e paura.
    Via il terrore.
    Io ce la farò.
    Composta martedì 11 ottobre 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: CINELLA MICCIANI

      Favola magica!

      Con te
      vivevo
      eternamente
      di emozioni.
      Oggi
      la vita mi regala
      solo normalità.
      Il cuore
      non scoppia più
      nel petto
      come accadeva
      al contatto
      della tua pelle
      delle tue mani
      mentre fusa con te
      nei nostri abbracci
      da favola
      toccavamo il cielo
      con un dito.
      Non so
      cosa rimane a te
      di noi due.
      A me
      hai lasciato
      il ricordo
      stupendo
      di una favola
      magica
      che adesso
      non mi canti più.
      Composta venerdì 12 dicembre 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: CINELLA MICCIANI

        Frammento di vita

        Questa sono io.
        Un frammento di vita
        abbracciato ad un sogno.
        Amo la libertà
        la vita, l'amore
        Coltivo emozioni colorate
        su tavolozze d'autore.
        Mi nutro
        di cieli stellati
        caldi tramonti
        magiche albe rosate.
        M'irradio di luce
        coi colori dell'anima.
        M'illumino anche al buio.
        Sono iridescente gemma
        bagnata di speranza.
        Asciugo lacrime amare.
        Riaccendo sorrisi spenti
        con palpiti d'amore.
        Cerco la felicità
        in ogni frammento
        profumato di vita.
        Dispenso sorrisi
        carezze vellutate
        melodie del cuore.
        Scopro le emozioni
        nei silenzi della mia anima.
        Sono silenzi teneri
        ch'hanno mille parole.
        Li percepisco attenta
        li coccolo tenera
        li stampo su di me.
        In un istante
        traspare il sentimento
        nasce un canto d'amore.
        Questa sono io.
        Un frammento di Vita
        abbracciato ad un sogno.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: CINELLA MICCIANI

          Sono sei

          Sono la tua sconfitta
          la facile preda
          fuggita troppo in fretta.
          Sono il rimpianto
          d'una storia speciale
          la favola iniziata
          e mai finita.
          Sono quel cuore tenero
          da cui sei scappato
          troppo impaurito
          di sentirlo tuo.
          Quel cuore
          che hai ricercato
          e non trovato più
          quando l'hai sentito
          fuggire via da te.
          Sei il mio pensiero
          cocciuto e mai domato
          la tentazione continua
          l'illusione dei sensi
          il compromesso
          tra sorrisi e lacrime.
          Ti cerco in ogni parola
          nei sospiri che fai
          nelle battute amare
          negli istanti sinceri
          in quelli buttati via.
          Sei il rimpianto testardo
          d'una felicità agognata
          dispersa per viltà.
          Sei la mia sconfitta
          ma non lo dirò mai.
          Composta venerdì 12 dicembre 2014
          Vota la poesia: Commenta