Scritta da: Chiara Santagada

Trittico d'amore - 3 Angelo io

Il mio pensiero a te giunge volando,
angelo della notte in ultraumano
silenzio,
con ala di civetta e disfiorando
la tua guancia sussurra a te il mio amore
(ah cuore, cuore, che conosci il vento
e le brine d'inverno anche in estate).
Con ossa cave e piume raffinate,
il mio pensiero non fa alcun rumore
e delicato alla tua spalla viene
e ti sostiene
non visto, non sentito ed è felice.
Angelo io, delicato e testardo,
reco sollievo, mentre per te ardo.
Chiara Santagada
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Chiara Santagada

    Trittico d'amore - 2 Intatto immortale

    Intatto rimarrai
    oh mariposa
    sospeso prigioniero
    nell’ambra ardente della mia passione,
    fissato nel geometrico cristallo
    dal mio ricordo scintillante, ucciso
    nella bellezza dal mio amore avaro
    per un istante eterno.
    Posto al riparo dalla decadenza
    immune dall’affanno e dall’odiosa
    obsolescenza,
    il mio canto ti ha dato perfezione
    e la mia morte ha reso te immortale.
    Chiara Santagada
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Chiara Santagada

      Trittico d'amore - 1 amai

      Splendore di pietra avevi
      a quel tempo, amato mio:
      vibrante di silenzio
      eri.
      Mio compito cavarti risonanze,
      tuo compito destarmi dal torpore
      di clessidra svuotata
      e nell'amore
      ri - proiettarmi.
      Splendore, splendore nell'aria
      emanavi a quel tempo, amato mio.
      (Ah nostalgia senza addii
      ah desolata autocoscienza).
      Mai io ti ebbi, eppure, per lo spazio
      di un'accecante carezza.
      Per una volta
      amai.
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di