Scritta da: Silvana Stremiz

A ritroso

Scossi polvere greve
da calzari consunti.
Oh, come lungo
il cammino a ritroso!
Ebbi gioia di ricordi
ma lieve
in memoria riarsa
dove passioni
ritte come grattacieli
son diventate
fauna di sottobosco.
È calva la vita
sotto stelle solerti
che han lasciato il cielo
con gioia vagabonda;
ma la notte è ancora qui
signora
sopra il mio guanciale.
Celeste Chiappani Loda
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di