Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Carmine De Masi

Amministratore, nato giovedì 11 settembre 1952 a Foiano Valfortore BN (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Carmine De Masi

A pino

Dalle tenebre approda
inattesa e misteriosa,
non bussa, non chiede,
rapisce anime e le traghetta
nell'ignota valle silente.
O Pino, giovane e bianca chioma;
O Pino sorgente artistica
Partenopeo di musica e sole
profumi di note silenziose,
verde è lo stelo, immobile giaci
sul morbido giaciglio adornato,
per l'ultimo concerto, è sconcerto,
sofferenza e angoscia
assale i tuoi fan e persone a te care
l'immenso dolore di ricordi
custoditi per sempre nel cuore.
Composta lunedì 5 gennaio 2015
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Carmine De Masi

    Tempo di ricordi

    Gelosamente custodisco
    il passato,
    apro il forziere
    dei ricordi
    un vecchio specchio
    riflette i sorrisi,
    un'esile piega, marca
    il volto di madre,
    sposa e donna felice.
    Spolvero appunti sbiaditi,
    rievocano giorni felici e
    serate passate
    con piacevoli amici.
    Tra le mani una foto
    ingiallita nel tempo,
    guardo gli occhi sorridenti
    sembrano stelle del firmamento.
    Un orologio in disuso è lì accanto,
    lancette son ferme,
    il tempo è volato, vivo è,
    il ricordo di donna devota.
    L'ampolla sprigiona nell'aria
    un profumo sincero
    e speciale di ape regina.
    Son desto, richiudo lo scrigno
    e una lacrima solca il mio viso,
    ringrazio l'incontro di chi
    ha guidato i passi nella gioia,
    traghettandomi tra le vie
    tortuose della vita.
    Composta sabato 5 aprile 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Carmine De Masi

      Attimi

      Adolescente luce del mattino
      Illumina occhi raggianti
      e viso spensierato,
      la mensa allestita
      di briciole bianche
      e calici di gocce rossastre.

      Bagnato d'acqua pura
      l'angelico e sorridente volto,
      attimi incorniciato di silenzi,
      lampi di memorie scritte
      con matita infuocata.

      Ho coltivato e deposto nell'animo
      la Tea profumata,
      hai acceso lo sguardo
      nel culto barocco
      dell'amorevole Padre.

      Né pioggia, né vento può scalfire
      infiniti e perenni ricordi
      di vita e idilliaci attimi
      vissuti con amore.
      Vota la poesia: Commenta