Scritta da: Camilla

Qualcosa di magico

C'è qualcosa di magico
nel rumore della pioggia
ogni goccia è una nota diversa a seconda di dove cade
nel rumore del vento che si scontra con gli ostacoli
nell'aria fresca
Nel silenzio
ascolti note di musiche mai ascoltate prima
e all'improvviso senti il cuore vibrare
gli occhi si accendono
le labbra si distendono in un sorriso
e cominci a camminare nella tua mente
ripercorrendo al contrario i tuoi passi come un film mandato in rewind
... e ti vedi sfuggire dalle mani la tua vita
fino a quel giorno che...
STOP
ricomincio da qui da queste note.
Ricomincio da Te.
Camilla Argentieri
Composta domenica 17 aprile 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Camilla

    Mani

    Mani sulla pelle
    forti delicate
    mani bramose
    mani vogliose
    respiri
    cercarsi trovarsi
    mani che si incrociano
    mani che si accrezzano
    mani
    mani tra i capelli
    mani sul viso
    sul collo
    sul petto
    sulla schiena
    sui fianchi
    sulle gambe tra le gambe
    mani che scivolano
    mani che stringono
    mani che seguono i profili
    mani che si perdono
    mani che s'incontrano
    mani che lottano
    mani le tue le mie
    «le voglio addosso
    ... le voglio adesso».
    Camilla Argentieri
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Camilla

      Baci

      Ci sono baci che non si possono dimenticare
      che non puoi smettere di desiderare
      baci che ti riempiono il cuore
      baci che ti esplodono dentro
      baci che riempiono l'aria d fuochi d'artificio
      baci che ti fanno toccare il cielo con un dito
      baci che rendono unici
      inequivocabili indimenticabili
      momenti che durano un attimo eterno di un bacio.
      Camilla Argentieri
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Camilla

        Girandola di emozioni

        Come una girandola nel vento
        lascio che l'aria intrisa mi avvolga

        scivolano sulla mia pelle
        ascolto il loro suono silenzioso
        le respiro ad occhi chiusi
        lascio che i miei polmoni
        si riempiano dei loro colori
        le sento scorrere nelle mie vene
        riempire i miei occhi di vita
        allargo le braccia
        mi sento sospesa
        mulinelli di polvere di cristalli
        mi piovono addosso
        bagnandomi il viso di luce

        mi lascio inebriare alle emozioni
        come un prisma attraversato da un fascio di luce.
        Camilla Argentieri
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di