Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Audrey

Prima di dormire

Voce nella notte, flebile ricordo di un'eco lontana che sa di nostalgia... una vecchia bicicletta abbandonata, la mano di un bimbo che stringe la mia e il rintocco della campana come polvere nel cielo.
Un soldo per i tuoi pensieri. Notte di stelle e di sogni, di profumi rubati al bosco, notte di magia.
Composta lunedì 2 febbraio 2009
Vota la poesia: Commenta