Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Barbara Brussa

Nato martedì 7 luglio 1970 a Venezia (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Barbara Brussa

Melodia delle Stelle Cadenti

Su, vieni...
dammi la mano!
Saliamo questa scala,
fatta di arcobaleno.
Ci porterà dritti alla nostra dimora.
Nuvola di cotone ci accoglie;
coperta di cielo ci scalda;
Quante volte mi hai fatto mangiare
la luce della luna,
affinché potessi vedere
i tuoi occhi parlarmi?
Ogni notte ci incontriamo lì.
Lì, dove le parole
farebbero troppo baccano.
Lì, dove tu mi capisci
e ti senti sereno.
Lì, dove i tuoni amplificano
i battiti dei nostri cuori.
Lì, dove io so da dove proviene
quella brezza leggera.
Orchidea selvaggia...
dalle tue labbra nasce una melodia:
Melodia delle stelle cadenti.
Non credo in tutto
Non credo a tutto
Ma credo in te...
Aspettami ai piedi dell'arcobaleno
e ti porterò lassù, ancora una volta.
Aspettami! Non farò tardi...
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Barbara Brussa

    Delirio Notturno

    Tocco forte e deciso di mani;
    lenti massaggi sulla pelle,
    che presto diventa ardente.
    "Fammi sognare!"
    Mi stringi,
    fino a farmi confondere
    col profumo di te.
    Bocca che conosce, che brucia,
    che assaggia.
    Gusto di ciliegie mature.
    Cerniera che stride.
    Schegge di passione,
    colpiscono in pieno.
    Tutta la notte, senza stancarsi.
    Sospiri intrecciati,
    a formare una fune,
    unica via di scampo
    da questa prigione.
    Vibrazione dei sensi.
    Ruggito dei corpi.
    Ci sbraniamo d'Amore,
    come belve feroci.
    E mi guardi, mentre lentamente...
    scivoli in me.
    Ora... non ci distinguiamo più.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Barbara Brussa

      Passione a 4 mani

      Calore...
      di mani che si sfiorano,
      si accarezzano, si intrecciano,
      ad occhi chiusi.
      Quasi a voler amplificare
      le sensazioni, le emozioni...

      Battiti del cuore
      in progressiva accelerazione,
      fino a divenire,
      nel cuore della notte,
      l'unico suono percepibile.

      Il tempo si ferma,
      il mondo si eclissa,
      in rispettoso silenzio.
      Solo noi due e le nostre mani.
      Sospiri a lungo repressi,
      sangue che ribolle
      furiosamente nelle vene,
      corpi che ardono di passione.

      Pensiero e ragione, annientati
      da un unico, immenso
      e implacabile desiderio...

      ... Amami, ora!...
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Barbara Brussa

        La Cena

        La cena?
        Ci penso io!
        Nuvole rosa, sulle quali sedersi
        Un lembo di cielo, come tovaglia
        La luce degli occhi,
        per creare l'atmosfera

        Spicchi di luna,
        guarniti con schegge d'aurora
        e conditi con succo d'amore
        Una spolverata di stelle e...
        buon appetito!
        Mentre le note del cuore
        si diffondono nell'aria...
        si consumerà un ottimo piatto...
        "ar-dente"!

        Rigorosamente in due.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Barbara Brussa

          Fantasmi

          È terribile
          sentire l'assenza della presenza.
          È come vivere accanto ad un fantasma.
          Sentirne il fiato sul collo,
          che ti mette brividi nel corpo
          e gelo nel cuore.
          Un'anima dannata,
          che ti appare all'improvviso.
          Pochi attimi, rubati all'eternità.
          Il dissolversi di un'immagine
          che, forse, non hai nemmeno
          realmente veduto...
          Nessuna certezza.
          Nessun calore.
          Nessuno (veramente) accanto a te.
          Le stanze del tuo freddo castello gridano,
          in un vuoto silenzio.
          Nessuno risponde.
          Nemmeno tu puoi sentire.
          Perché sei già morto.
          Morto dentro.
          Vota la poesia: Commenta