Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Barbara Brussa

Nato martedì 7 luglio 1970 a Venezia (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Barbara Brussa

Un viaggio

Rapiti...
in questa notte di luna.
In questa notte di stelle.
Ci ritroviamo in un luogo
che sa di magia.

Granelli di sabbia. Distese infinite.
Corse a perdifiato...
Ansimanti, cadiamo
sulla sabbia bagnata.
Carezze e solletico...
schiuma di mare
lambisce i nostri corpi.
Un gioco innocente
sfocia in passione.

Un luogo...
Tempo scandito dai battiti del cuore.
Distanze
che non hanno più ragione d'essere.
Non esiste nient'altro.

Fantasia, realtà: tutto si fonde.
Parole, pensieri, desideri, utopie:
è tutto lì, a portata di mano.
Il Tutto siamo noi.

Mano nella mano
in questo viaggio
attraverso l'infinito.

Un viaggio, al centro della mente.
Passando attraverso il cuore
e sfiorando l'anima.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Barbara Brussa
    Mi vesto di tempo,
    mi siedo sulle ali della pazienza...
    Mi costa fatica, l'attesa mi strazia ma, da sempre, quando non so che strada imboccare, mi siedo e aspetto.

    Aspetto che la rabbia si freddi. Quella pietra, che ero già pronta
    a metterci sopra, la scanso un po' perché non si può mettere una pietra sopra a qualcosa che arde e brucia ancora...

    Aspetto, e osservo il suo lento mutare.
    Si spegnerà definitivamente,
    in una straziante agonìa,
    o un alito di vento le darà
    una nuova energia.

    Aspetto che la nebbia svanisca, permettendomi di vedere oltre.
    Paradiso o Inferno,
    questo non conta più.
    La nitidezza del paesaggio
    è ciò che vado cercando!

    Aspetto una voce che mi parli
    e che mi indichi la via.
    La voce del cuore e quella della ragione...
    Le lascerò fare a pugni,
    se necessario,
    e che vinca la migliore!
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Barbara Brussa

      Tra me e me...

      Lasciarsi ubriacare dal silenzio
      ed aprire le finestre
      quando fuori è freddo
      e poi accartocciarsi
      nel maglione troppo grande...
      Sento che non ho più forze
      per lottare adesso
      mentre l'aria pungente dell'autunno
      mi stuzzica le narici e respiro abbandonandomi nel dolce far niente
      e nel ricordo dei momenti passati
      Sono attimi meravigliosi questi
      quando vedo la mia vita
      scorrere come un film
      ed io - l'unica spettatrice di me stessa - mi osservo e sorrido...
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Barbara Brussa

        E le stelle non stanno a guardare...

        C'è silenzio tutt'intorno.
        Le Stelle trattengono il respiro,
        per non far rumore.
        E uno spicchio di Luna dondola,
        avanti e indietro...
        dando inizio al suo spettacolo notturno, nell'immobilità del Cielo.

        Solo il Tempo corre, senza inizio e senza fine.
        (Proprio lui... che segna l'inizio
        e decreta la fine di ogni cosa! )
        Anche la Luna sa che tra un po'
        dovrà lasciare il palcoscenico.
        Il suo spettacolo finirà e calerà il sipario.

        Un altro attore è pronto a spuntare
        da dietro le quinte.
        Il rossore del suo imbarazzo tingerà il cielo di rosa e, timidamente, Messer Sole si presenterà al Mondo.
        Tutti gli esseri del Creato, grandi e piccini, si alzeranno in piedi,
        applaudendolo, con un sorriso di approvazione sulle labbra.

        Fiero di aver destato 'sì tanta attenzione, egli gonfierà il petto e s'innalzerà nel cielo.
        Si mostrerà a tutti, nelle sue vesti più splendenti.

        Lui, la Signora Luna e tutte le damigelle del Cielo, si sentono liberi.
        Sanno che la libertà non si trova in scenari diversi...
        ma nell'unico posto dal quale molti di noi, poveri mortali, cercano di fuggire: noi stessi.
        La nostra libertà si nasconde lì dentro... cercandola altrove la perderemmo per sempre.
        Vota la poesia: Commenta