Poesie di Barbara Brussa

Nato martedì 7 luglio 1970 a Venezia (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Barbara Brussa

No(t)te di Colore

Vorrei acciuffare questa notte nera
e dipingerla con i nostri colori

Delicate tinte pastello
e pennellate di rosso acceso
che, maestosamente, sfileranno
fra le unghie del tempo
senza graffiarsi, senza sbiadirsi

Colori tenui, ma tenaci
sui quali nulla il tempo potrà

Chiudo il libro del passato
capitoli sgualciti dagli errori fatti

Insieme saltiamo dalla vetta del sogno
planando leggeri su pagine immacolate
ancora da scrivere, ancora da vivere

Sì! Acciuffo questa notte nera
e la dipingo di Noi.
Barbara Brussa
Composta martedì 15 dicembre 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Barbara Brussa

    Sì, lo voglio

    Io ho sposato Te.
    Ti ho sposato nel mio cuore,
    per l'eternità.

    Niente e nessuno
    potrà mai separarmi
    dalla parte di te
    che vive nella mia anima.

    Nemmeno la morte.
    Perché ti amo,
    di un Amore che va oltre
    un paio di firme su un pezzo di carta.
    Un Amore
    che va oltre le convenzioni.
    Un Amore che va oltre...

    Oltre il possibile, e l'impossibile.

    Ti ho sposato in gran segreto,
    alla presenza dell'unico testimone
    che veramente conta: il mio Cuore.

    "Sì, lo voglio!"
    e sarà davvero per sempre...
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Barbara Brussa

      Tuo sarà, Tua sarò

      Tuo sarà il tormento
      finché seguiterai ad incriminare
      l'avverso destino

      Tua sarà l'immane miseria
      di uomo afflitto e sconfitto
      finché non sfiderai la mano
      che, violenta, trascina i tuoi passi
      facendoli sprofondare
      nelle nere paludi dell'Inferno

      l'anima tua, illanguidita
      lancia il suo ultimo grido di passione:
      <Vola con me, nell'opposta direzione! >

      Tuoi saranno
      senza fine i sogni
      Ali di farfalla
      che abbracciano il Fiore

      Tua sono e sarò
      in ogni tempo io
      Seme dei sogni tuoi
      fiorito nel tuo mondo

      Si spezzano le catene
      cadono le ombre
      Libera, è ora la nostra Verità:
      Noi, per sempre Noi.
      Barbara Brussa
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Barbara Brussa

        Il Giorno svanisce nell'attesa

        La perenne attesa, logora i giorni:
        tempo insapore ingoiato dalle Stagioni

        Sopravvive il Momento
        che fine a se stesso nulla colma
        se non il Ricordo:
        svolazzante chimera di felicità
        che a nutrir malinconia sempre ritorna

        Avvolge l'anima, l'amato Respiro,
        ne soffoca il grido e
        mentre il passo s'allontana
        s'ode solo un mesto sospiro

        Diviene polvere, il tempo consumato
        nell'attesa del Giorno
        costantemente prorogato

        e nubi di parole, le promesse d'amore
        che il vento innalza

        Appese ai rami secchi
        di un albero senza radici
        Postille d'un amore
        sbiadito dal gelo
        deriso dal tempo sfuggito al vissuto

        e gli occhi melanconici della Primavera
        vedranno sbocciare
        il germoglio d'un rimpianto
        su un cuore che ha amato
        senza mai aver osato Amare.
        Barbara Brussa
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Barbara Brussa

          Un colpo d'Amore

          Forse non sapevi che:
          nascere ribelle
          avrebbe accecato le tue stelle

          correre controcorrente
          seppur esilarante
          nulla ti avrebbe fatto cogliere
          se non la polvere dei tuoi passi profughi

          e polvere vuota fu quella
          che fra le mani stringevi
          (controfigura di te stesso...)
          quando, nel tuo cuore intorpidito
          un palpito felino è avanzato

          Si fece strada, fra i detriti di un'esistenza
          consumata nell'effimero

          Divenne soffio... alito di Vita
          e dalla polvere sbucasti
          finalmente Tu!

          Anima rinata dai suoi torbidi mari
          fluttua ora beata
          nella mia quieta intimità

          Insieme, abbiamo reso gli occhi alle stelle
          e sorrisi fatati alla luna

          Mio Splendore, non un colpo di fortuna...
          fu un colpo d'Amore
          che lieve ma incalzante
          seguitava a bussare

          Un colpo d'Amore
          ora rinchiuso senza fine
          in ogni battito
          del nostro aureo cuore.
          Barbara Brussa
          Composta mercoledì 11 novembre 2009
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di