Le migliori poesie di Barbara Brussa

Nato martedì 7 luglio 1970 a Venezia (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Barbara Brussa

La voce dell'Amore

Nel profondo ti ho sepolto,
senza più darti ascolto.

Ti sento gridare e scalpitare
Sei ancora vivo, eh?
Non vuoi mollare...

Che sciocco!
Volevo solo salvarti,
evitarti altri infarti.
Era un modo per custodirti al sicuro,
moriresti, con un'altra dose
di quel cianuro!
Appena il pericolo fosse passato,
io ti avrei liberato.

Invece, tu hai rotto le catene,
sei evaso dalla mia prigione,
e guardandomi negli occhi
mi dici:

"Tu non mi blocchi!
Se mi chiudi la bocca,
sei tu la sciocca!

Io sono Amore,
tu non puoi capire, né sapere
quale scopo ha il mio volere.

Mi hanno ferito, tramortito,
e il tuo pensiero è inviperito.
Stai tranquilla, io so dove espandere
le mie radici...

Ora, è ovvio, mi maledici
ma in un giorno, forse anche lontano,
ti prometto che dirai ancora Ti Amo..."
Barbara Brussa
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Barbara Brussa

    Farfallina

    Ti aiuterò a piantare le tue radici in questo mondo,
    perché siano forti e robuste;
    perché possano sostenerti sempre,
    anche nel mezzo di una tempesta.

    Per non farti dimenticare mai chi sei
    né da dove vieni.
    Sempre. In qualunque posto tu andrai.

    Ma ti aiuterò anche a far crescere le tue ali,
    perché tu non debba mai avere il timore
    di non poter volare in alto;
    perché tu possa usarle
    per contrastare la durezza della vita.

    E quando, inevitabilmente,
    un giorno volerai lontano da me...
    vorrei che tutto ciò che ho usato
    per alimentare la tua anima ed il tuo cuore
    ti accompagnasse sempre.
    Come una bussola, per non smarrire la strada.

    Il profumo che sentirai in ogni luogo,
    vicino e lontano,
    sarà il profumo di casa tua.
    Il profumo del mio Amore per te.

    Un'essenza che non potrà mai evaporare:
    perché io sono in te... e tu sei in me...
    in un legame che si è creato
    nel momento stesso in cui ti ho desiderata.

    Vola, farfallina mia! Con i piedi per terra, potrai volare in alto ugualmente...

    La tua mamma.
    Barbara Brussa
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Barbara Brussa

      Avrei

      Avrei piantato semi di felicità
      nei solchi della tua vita

      Avrei cullato il tuo cuore
      fra le braccia del mio

      Sulle piantagioni infinite dell'anima
      avrei coltivato l'Amore
      Ti avrei fatto assaggiare
      ogni suo succoso frutto

      Avrei estirpato i tormenti
      dal tuo giardino segreto

      Ogni sera, avrei acceso
      una ad una
      tutte le stelle del nostro cielo
      per illuminare la passione
      dei nostri corpi

      e al mattino
      con un raggio di sole
      avrei dipinto di luce
      il tuo cuore

      Avrei potuto, avrei fatto
      Avrei...

      Se con un solo gesto
      tu non avessi calpestato i germogli
      spento ogni luce
      distrutto i nostri sogni
      oscurato le nostre vite

      Un solo gesto
      e non esiste più
      quel "Noi"
      che tanto ci aveva fatto sognare...
      Barbara Brussa
      Composta sabato 25 aprile 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Barbara Brussa

        Melodia delle Stelle Cadenti

        Su, vieni...
        dammi la mano!
        Saliamo questa scala,
        fatta di arcobaleno.
        Ci porterà dritti alla nostra dimora.
        Nuvola di cotone ci accoglie;
        coperta di cielo ci scalda;
        Quante volte mi hai fatto mangiare
        la luce della luna,
        affinché potessi vedere
        i tuoi occhi parlarmi?
        Ogni notte ci incontriamo lì.
        Lì, dove le parole
        farebbero troppo baccano.
        Lì, dove tu mi capisci
        e ti senti sereno.
        Lì, dove i tuoni amplificano
        i battiti dei nostri cuori.
        Lì, dove io so da dove proviene
        quella brezza leggera.
        Orchidea selvaggia...
        dalle tue labbra nasce una melodia:
        Melodia delle stelle cadenti.
        Non credo in tutto
        Non credo a tutto
        Ma credo in te...
        Aspettami ai piedi dell'arcobaleno
        e ti porterò lassù, ancora una volta.
        Aspettami! Non farò tardi...
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di