Le migliori poesie di Barbara Brussa

Nato martedì 7 luglio 1970 a Venezia (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Barbara Brussa

Imparare a Volare

Un paio d'ali
appese al chiodo...
sembrano implorarti di rivivere insieme a te.

Le indossi ancora una volta
dopo tanto tempo...
e volteggiando nel cielo azzurro
impari a disegnare
le tue fantastiche realtà.

Devi apporre la tua firma
a quel disegno.
Non aspettare
che lo facciano gli altri
al posto tuo!

L'artefice e l'artista sei tu.
Nessun altro potrà disegnare
la tua fantastica realtà.
Barbara Brussa
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Barbara Brussa

    Metamorfosi

    Stropicciati pensieri,
    confondono e coprono
    il reale sentire.
    Tendine oscuranti
    sugli occhi del cuore.
    Buca nuvole di sogni,
    il gelido lume della ragione...

    Devastante, è la crudele
    verità che t'aggredisce
    sbucando all'improvviso
    dal magico sogno
    in cui s'era celata.

    Quel sogno...
    di cui ti eri illusa d'essere
    una grande Protagonista,

    lascia il posto all'amara verità:
    inutile comparsa in una
    farsa da quattro soldi...
    Barbara Brussa
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Barbara Brussa

      Figlia della Luna

      Certi amori appartengono al sogno
      Si vivono con l'anima
      e si possono narrare solamente
      con mille sospiri di candide nuvole

      Si tengono per mano
      liberi di essere
      in altre altissime dimensioni
      in altri cieli dipinti
      di un blu più profondo

      Certi amori sono troppo grandi
      per potersi adattare
      ai ristretti limiti umani
      Liberi di essere altrove
      senza poter mai essere qui

      Lei che è figlia della luna
      continua a filare con raggi di seta
      la tela del sogno
      Sdraiata ai bordi della notte
      sotto a una coperta di stelle

      E l'alba d'ogni tempo
      sempre la vedrà
      destarsi nel pianto.
      Barbara Brussa
      Composta mercoledì 29 gennaio 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Barbara Brussa

        Vivo sottovoce

        Avanzando in altri luoghi,
        inghiottendo nere parole
        e scandendo cupi pensieri,
        incontrai il silenzio
        e follemente me ne innamorai.

        Nella consapevolezza
        d'esser nata
        per vivere sottovoce,
        mi muovo discreta
        su forti passioni
        e ovattate speranze.
        Custodendo nell'intimo
        i miei valori e princìpi,
        sorrido all'amore
        e all'amicizia.

        Libera.
        Libera dall'inconsistenza
        di tante, troppe voci urlanti;
        libera dal rumore sordo
        del rancore e dell'odio,
        che sfregiano la delicata bellezza
        di un sano e puro silenzio
        che, al di là delle parole,
        sa ben raccontare.
        Barbara Brussa
        Composta martedì 29 aprile 2014
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di