Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Assunta De Rosa

L'impotenza

Sono un pozzo di retorica
di luoghi comuni
di parole vacue, inanimi, spente.
Infondo al mio pozzo
c'è un cuore
pieno di lacrime
pieno di dolore
che ogni volta riempi
quando ti allontani e non mi guardi
mentre cerco di tenderti la mano.
Infondo al mio pozzo ho un'anima
devastata
squarciata
ogni volta che dici
"Non puoi capire".
È vero
sono un inutile e stupido pozzo
di retorica, di luoghi comuni
di parole vacue, inanimi, spente
dette così tanto per dire...
Composta sabato 19 marzo 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Assunta De Rosa

    Domenica notte... Lunedì mattina

    Quando tutto è solo confusione,
    si attende la notte con la sua quiete
    ci si siede su di una finestra riscaldati da una coperta
    e portati altrove dalla musica
    Quando il mondo dorme ne puoi sentire il respiro
    Quando il mondo dorme ti chiedi se tu che sei sveglio ne fai parte
    e con il naso all'insù guardi un po' il cielo
    che anche senza stelle ha il suo fascino
    quando tutti dormono e tu sei li fuori la sensazione del vento che riesce a gelarti
    ma anche a farti capire che sei viva, ti fa capire che fai parte anche tu del mondo
    Quando il mondo incomincia a svegliarsi poi
    è un 'emozione poter catturare le sfumature del cielo, delle luci
    sembra che ogni cosa abbia voglia di parlarti di sé
    e quando ciò accade non puoi fare altro che stare lì ad ascoltare il mondo...
    Vota la poesia: Commenta